Connect with us

Buzz

Alex Zanardi in gravi condizioni. Forza, coraggio, esempio: ora non è il momento di mollare

Pubblicato

|

Il destino gli è stato avverso. Ancora una volta, l’ennesima. Alex Zanardi, simbolo della lotta alle sventure della vita, della forza di volontà e del campione che non si arrende, è rimasto coinvolto venerdì pomeriggio in un incidente a Pienza, in provincia di Siena, mentre era in handbike durante la staffetta “Obiettivo tricolore” con altri atleti paralimpici. Alex si è schiantato contro un mezzo pesante proveniente dalla corsia opposta, le sue condizioni sono parse immediatamente gravi.

Il campione azzurro è stato sottoposto d’urgenza ad un delicatissimo intervento neurochirurgico. Le sue condizioni restano gravissime ma stabili, mentre continua ad essere ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Siena. È intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico.

alex zanardi incidente

Alex Zanardi, la dinamica dell’incidente

Secondo le prime ricostruzioni pare che Zanardi, alla fine di una discesa in una curva, abbia perso il controllo della sua handbike che ha poi improvvisamente cambiato traiettoria finendo contro il rimorchio di un camion che transitava in direzione opposta. L’autista avrebbe provato a schivare Zanardi gettandosi sul lato della carreggiata ma l’impatto è stato inevitabile, oltre che terribile. Con la sbandata improvvisa, Zanardi avrebbe perso anche il casco di protezione.

Ad assistere il campione italiano ci sono la moglie Daniela, che era al seguito della carovana che seguiva la manifestazione, e il figlio Niccolò. Dal mondo dello spettacolo a quello dello sport e della politica, sono tanti i messaggi che stanno arrivando in sostegno ad Alex. Federica Pellegrini, il Premier Giuseppe Conte e tanti altri. Proprio tutti riconoscono nel campione bolognese un simbolo di forza. Mai un momento di sconforto, mai un momento di vittimismo. Neppure dopo il tragico incidente in formula CART del 2001, durante il Gran Premio del Lausitzring in Germania, quando un terribile schianto con la vettura di Alex Tagliani gli costò l’amputazione delle gambe.

Il tragico incidente del 2001

L’impatto fu terribile. A tredici giri dalla fine della corsa, dopo aver compiuto la sua ultima sosta, uscendo dai box Zanardi perse improvvisamente il controllo dell’auto (pare per la presenza di acqua e olio sulla traiettoria di uscita) che, dopo un testacoda, si intraversò lungo la pista, mentre sulla stessa linea sopraggiungevano ad alta velocità Patrick CarpentierAlex Tagliani. Il primo riuscì a evitare lo scontro, il secondo no e l’impatto fu violentissimo.

Lo schianto aveva provocato di fatto l’istantanea amputazione di entrambi gli arti inferiori e il pilota rischiò di morire dissanguato. Per salvargli la vita, Steve Olvey, capo dello staff medico della CART, “tappò” le arterie femorali del pilota per tentare di fermare la grave emorragia. Dopo aver ricevuto l’estrema unzione dal cappellano della serie automobilistica, venne caricato sull’elicottero e condotto all’ospedale di Berlino, dove rimase in coma farmacologico per circa quattro giorni e gli venne rimosso chirurgicamente il ginocchio destro. Dopo sei settimane di ricovero e una quindicina di operazioni subite Zanardi poté lasciare l’ospedale per cominciare il processo di riabilitazione.

La forza, il coraggio, l’esempio: questo è Alex Zanardi

Quando mi sono risvegliato senza gambe ho guardato la metà che era rimasta, non la metà che era andata persa“. Ecco, Alex è questo: essenza di orgoglio e lotta. Si è rialzato su gambe più forti e solide di quelle che aveva perso: quelle del coraggio. Il coraggio di tornare a vivere. Il coraggio di tornare in pista. Il coraggio di tornare vincitore, così come alle Paralimpiadi di Londra 2012 e Rio 2016, dove in totale conquista 6 medaglie (4 ori e 2 argenti).

Un uomo che ha dato prova di essere più forte della sventura: “Non volevo dimostrare niente a nessuno – rivelerà poi Alex –, la sfida era solo con me stesso, ma se il mio esempio è servito a dare fiducia a qualcun altro, allora tanto meglio“. Quella stessa fiducia che adesso viene riposta in lui per vincere questa nuova battaglia

E se esiste una persona al mondo in grado di tornare ancora trionfante dopo l’ennesima disgrazia che la vita gli ha posto lungo il suo cammino, questa è Zanardi. Quindi non mollare, Alex.

ECCO IL VIDEO:

Podcast – Alex Zanardi

La forza, il coraggio, l'esempio: questo è Zanardi. Ora non mollare, Alex!La ricostruzione dell'incidente e le ultime sulle sue condizioni nel podcast di www.sportcafe24.com

Gepostet von SportCafe24 am Samstag, 20. Juni 2020

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending