Connect with us

BetCafe24

Dove giocherà Danilo Gallinari il prossimo anno?

Pubblicato

|

Danilo Gallinari lascerà Oklahoma City. O forse no. Il suo contratto con i Thunder, però, scadrà a giugno, al termine della dodicesima stagione del Gallo in NBA. Dopo otto stagioni con i Denver Nuggets e due con i Los Angeles Clippers, Gallinari si è dimostrato in una forma smagliante. Logico, allora, che crescano i rimpianti per una carriera che sarebbe potuta essere molto più ricca di successi. Non è ancora troppo tardi, ovviamente, ma è logico anche che il Gallo voglia giocarsi le sue carte in una squadra con ambizioni da anello. A quasi 32 anni il Gallo può ancora puntare a coronare una serie di stagioni positive con qualche successo.

Intanto, ha raggiunto un obiettivo: al termine della stagione avrà guadagnato un totale di 137 milioni nella sua avventura longeva in NBA, rendendolo lo sportivo italiano più pagato. L’obiettivo è quello di rendersi competitivo per recitare un ruolo importante nei playoff del 2021. Prima dell’emergenza Coronavirus, i Thunder stavano andando oltre le aspettative (5° posto in Western Conference con un record di 40-24), ma restano comunque una squadra in ricostruzione. Dove andrà, dunque, Gallinari il prossimo anno?

DANILO GALLINARI AI MIAMI HEAT (40%)

Miami è andata vicinissimo ad avere Danilo a febbraio, nell’ultimo giorno disponibile per le trade. Niente da fare, l’accordo è saltato ma resta in piedi per un’estate da free agent. Miami resta, però, la destinazione principale e la squadra favorita nel futuro di Gallinari.

Per i soldi a disposizione della franchigia, per le ambizioni di successo, per la possibilità di fare team con Butler e altri elementi di spessore. Per bacino d’utenza e prestigio, poi, Miami (vecchia casa di LeBron) resta una delle mete più ambite. Guadagnerebbe di meno, ma in prospettiva risulterebbe un elemento valido in una squadra maggiormente competitiva.

LE ALTRE SUGGESTIONI E UN’EVENTUALE PERMANENZA

Ad Atlanta, con gli Hawks (15%%), avrebbe più spazio, assembrerebbe un roster niente male con Trae Young ma senza le velleità da anello che il Gallo coltiva. Sarebbe una scelta contrattuale e di protagonismo, ma sfumerebbe l’ipotesi di creare un progetto vincente in tempi rapidi. Stesso discorso vale per i Phoenix Suns (15%), dove farebbe da chioccia insieme a Rubio ai più giovani, e per una permanenza ad Oklahoma City (15%), non esclusa da Gallinari.

Principalmente sarebbe una questione di rendimento: Gallinari, non più limitato dagli infortuni, ha una media di 19.2 punti e 5.5 rimbalzi in 55 partite. Una conferma, dopo i 19.8 punti e i 6.1 rimbalzi di media nelle 68 partite dell’ultima stagione ai Clippers. Il Gallo è ormai un cestista di spessore, pronto anche a guidare l’Italia ai prossimi mondiali. A Portland, con i Trail Blazers (15%), sarebbe un rispettabile terzo violino, con la stella Damien Lillard e con McCollum.

Vittorio Perrone

danilo gallinari

 

Ennesimo flop, questa volta a Brescia.Balotelli è arrivato al capolinea della sua carriera calcistica?

Gepostet von SportCafe24 am Donnerstag, 28. Mai 2020

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24