Connect with us

BetCafe24

Cavani, Werner o entrambi? Le strategie dell’Inter per l’attacco

Pubblicato

|

Manca ancora molto all’inizio del calciomercato, che sarà rinviato al termine della stagione in corso. Ma l’Inter inizia a pensare, studiare, ricamare quella che sarà la squadra del prossimo anno. Con un dubbio: chi sarà il nuovo attaccante? È chiaro che la priorità nerazzurra sia proprio quella di piazzare un colpo ad effetto lì davanti, anche a causa delle uscite pesanti che caratterizzeranno l’estate. Sanchez, con una probabilità che sfiora la certezza, non sarà confermato e farà ritorno all’Arsenal per cercarsi una nuova sistemazione. Il caso Lautaro tiene banco da parecchio: l’argentino è tentato, lusingato dalla corte del Barcellona e dalla prospettiva di giocare in un ruolo chiave con Leo Messi. Attualmente la cessione è ipotesi molto probabile, più della permanenza in casa Inter. Chi, allora, per sostituirlo? Ci sono due idee, quelle che portano a Cavani e Werner.

CAVANI IN ITALIA (50%)

Il nome di Cavani è quello più facilmente raggiungibile per vari motivi. Perché è in fase calante ma ancora tantissimo da dare in zona goal, perché è un nome di tutta affidabilità. Ma anche e soprattutto perché si eviterebbero costi di cartellino esorbitanti. Il matador infatti si ritroverà senza contratto a fine anno, libero di scegliere la sua destinazione. Un free agent importante, con uno stipendio comunque notevole: Cavani guadagnerebbe anche all’Inter oltre 10 milioni di euro. I rapporti con l’Atletico Madrid, che sembrava ad un passo dal Matador, si sono ormai incrinati e l’Inter ha un fascino non da poco su molti calciatori.

IN GERMANIA: TIMO WERNER (30%)

Più difficile arrivare a Timo Werner, 24 goal in questa Bundesliga. L’attaccante della nazionale tedesca, classe ’96, sarà uno dei pezzi pregiati del mercato. Sembrerebbe promesso sposo al Bayern Monaco, ma l’Inter può dire la sua. È difficile, complicatissimo più per un discorso di concorrenza che economico. Werner ha infatti una clausola di 50 milioni nel caso in cui il Lipsia non vincesse la Bundes. E il club della Red Bull ha 10 punti e una partita in meno rispetto al Bayern capolista. Lo stipendio, invece, sarebbe più problematico: anche in questo caso si tratterebbe di una cifra superiore o quanto meno vicina ai 10 milioni annui.

C’è poi una seconda suggestione: Cavani e Werner insieme (20%). Oltre al discorso economico ci sarebbe anche quello degli incastri tattici: tre pezzi da novanta per due posti. Né c’è la possibilità di scegliere un Mertens come partner per stravolgere le partite. Dries presto firmerà il rinnovo con il Napoli. Dal punto di vista economico va comunque ricordato che l’Inter ha un jolly: i soldi che il PSG spenderà per il cartellino di Icardi e quelli che il Bayern verserà per Perisic. Ma basteranno per portarli entrambi a San Siro?

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24