Connect with us

Prima Pagina

Ronaldo bloccato, sapete perché non può tornare alla Juve?

Pubblicato

|

Il nuovo Decreto varato dal Governo del premier Giuseppe Conte consente la ripresa delle attività sportive dal 4 maggio. Soltanto gli allenamenti individuali, però, potranno cominciare con l’inizio della Fase 2. Per gli allenamenti di gruppo si dovrà attendere il 18 maggio. Ciò riguarda, ovviamente, anche le squadre di calcio di Serie A.

Riprendono gli allenamenti in Serie A, la Juventus richiama i calciatori all’estero

C’è grande attesa per il ritorno nei rispettivi centri sportivi dei calciatori delle varie formazioni del nostro campionato. Grande interesse, ovviamente, per la Juventus. I bianconeri, anche alle prese con le dinamiche di calciomercato, hanno intanto richiamato i 9 giocatori stranieri attualmente all’estero per organizzare il ritorno a Torino. I calciatori, infatti, rispettando le disposizioni del Viminale, dovranno osservare un periodo di 14 giorni di quarantena. Ecco perché, entro il 18 maggio, tutti gli atleti rientrati dall’estero dovranno terminare il periodo di quarantena, risultando poi negativi al successivo tampone per il Coronavirus. Il centro sportivo de la Continassa è già pronto ad accogliere i giocatori presenti in Italia per gli allenamenti da effettuare in maniera individuale e con gruppi scaglionati, tra martedì e mercoledì prossimi.

Cristiano Ronaldo resta senza aereo!

Chi sta trovando qualche problema per tornare in Italia è Cristiano Ronaldo. Il campione attualmente a Madeira – riporta l’emittente tv TVIè rimasto bloccato dalle limitazioni dei voli imposti dalle autorità portoghesi.

L’aereo personale che deve riportare l’attaccante a Torino, infatti, è rimasto bloccato in queste ore a Madrid. L’atterraggio sarebbe previsto a Funchal, capitale dell’isola di Madeira, ma per tre volte i piani di volo sono stati bocciati. Ronaldo, sottolineano i media portoghesi, rimane così per ora nella sua villa di Canical.

 

Insomma, un periodo non semplice per l’attaccante della Juventus, che durante il periodo di quarantena è finito più volte nell’occhio del ciclone. Ronaldo aveva infatti eluso le restrizioni per gli allenamenti utilizzando, nelle scorse settimane, lo stadio “Choupana” di Madeira. Con Ronaldo pare ci fossero anche il figlio, un preparatore atletico e un portiere.

Il Gulfstream, il super aereo privato di Cristiano Ronaldo

ronaldo aereo

Il Gulfstream G650, l’aereo di Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo, così come gli altri nababbi del calcio, può permettersi un aereo privato. Il “mezzo” dell’asso portoghese è stato prodotto dalla Gulfstream Aerospace Company. Il Gulfstream G650, questo il nome dell’areo di CR7, può ospitare fino a 18 passeggeri e costa 31,7 milioni di euro.

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending