Connect with us

BetCafe24

Chi il prossimo allenatore della Juve dopo Sarri? C’è un’ipotesi da sogno

Pubblicato

|

MAURIZIO SARRI

Il mondo del calcio è stato sconvolto dalla pandemia legata al Coronavirus. Alcuni campionati, come quello francese, non riprenderanno; altri, invece, potrebbero fare un tentativo. Ciò che sicuramente cambierà sarà il mercato estivo: difficile ipotizzare cifre molto elevate, alla luce dei mancati introiti dei diritti TV e dei botteghini. Difficile, anche, che alcune società cambino allenatore, vista la situazione attuale.

È il caso della Juventus: Maurizio Sarri sarebbe stato giudicato per i risultati raggiunti a fine stagione, e alcuni pensavano a una cessazione anticipata del rapporto, vista la difficoltà nel respingere gli assalti della Lazio in campionato e la sconfitta nell’andata degli ottavi di finale; a meno di clamorosi avvenimenti, Sarri resterà l’allenatore della Juventus anche l’anno prossimo. Ma ci si interroga già: quale sarà il futuro nome grosso sulla panchina bianconera? Alcuni profili stuzzicano la fantasia del popolo juventino.

PROSSIMO ALLENATORE DELLA JUVE, IL SOGNO GUARDIOLA (50%)

Il Manchester City è fuori dalla Champions League per le prossime 2 stagioni e alla fine della prossima scadrà il contratto dell’allenatore catalano. Guardiola è stato accostato alla Juventus già l’anno scorso, ma l’ex allenatore del Barcellona non è il tipo che lascia un progetto in corso d’opera. Alla scadenza naturale del contratto, potrebbe essere intrigato dalla Juventus, soprattutto se i bianconeri non dovessero portare a casa la Champions League sotto la gestione di Sarri. Per la dirigenza bianconera sarebbe, ovviamente, un sogno: portare sotto la Mole il miglior tecnico al mondo, per perseguire la strada di trovare un’identità di gioco, iniziata con Sarri.

L’OCCASIONE ZIDANE (30%)

Il Real Madrid sta provando a ricominciare, di nuovo con Zidane, da una rosa molto giovane, dopo che il ciclo di Zizou è stato uno dei migliori della storia, con 3 Champions League consecutive. Ma cosa accadrebbe se il francese decidesse che è il momento di un’altra avventura? Non è un mistero che la dirigenza bianconera avesse Zizou come un pallino, prima che l’ex calciatore di Juventus e Real Madrid accettasse il ricchissimo ritorno a Madrid. Paratici e Nedved lo porterebbero prima di subito a Torino, in un’ipotesi non solo romantica ma di grande sostanza.

LA SUGGESTIONE KLOPP (15%)

Ha appena rinnovato fino al 2024, quindi parlare di un suo ipotetico approdo in un’altra panchina sembra inverosimile. Eppure, dopo la grandissima cavalcata di quest’anno in Premier League – che, causa Coronavirus, potrebbe clamorosamente non portare il titolo sotto la Kop dopo 30 anni – e la Champions vinta l’anno scorso, il tedesco potrebbe pensare di aver compiuto il suo ciclo ad Anfield e quindi provare ad aprirne un altro. Dal canto della Juventus, ovviamente, valgono più o meno le stesse considerazioni fatte per Guardiola: l’attuale tecnico del Liverpool rappresenta il top, e la Juve punta ai migliori.

E SE TORNASSE ALLEGRI? (5%)

La più inverosimile, ma anche la più suggestiva. E se la dirigenza bianconera capisse di aver commesso un errore e riportasse uno dei tecnici più vincenti della storia a Torino? D’altronde, Agnelli e Allegri sono molti amici: qualora il progetto ‘bel gioco’ dovesse fallire, Max potrebbe tornare in auge. Come già detto, però, sembra molto difficile, visto che difficilmente la Juventus torna indietro e vista la voglia di un nuovo progetto – magari estero – del sei volte Campione d’Italia.

Allegri ad un bivio: confermare o esonerare Sarri? Alcuni dei possibili candidati alla successione

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending