Connect with us

Napoli

Cessione Meret, il Napoli farebbe la scelta giusta?

Pubblicato

|

Alex Meret, il predestinato che vola come l'albatros

È stato uno degli argomenti che ha tenuto banco a Napoli prima dello scoppio della pandemia del Coronavirus, che inevitabilmente ha fermato il campionato, con annesse discussioni calcistiche.

Se si pensa al calcio giocato, però, una delle tematiche più importanti al San Paolo è quella che riguarda il portiere. Non c’è dubbio: Gennaro Gattuso ha scelto David Ospina come titolare, relegando Alex Meret a portiere di coppa.

Una discesa inaspettata e imprevedibile per l’ex numero 1 della Spal (di proprietà dell’Udinese), che nelle ultime stagioni aveva ingaggiato addirittura un duello con Donnarumma per la maglia numero 1 della Nazionale e che qualcuno ritiene abbia potenzialità addirittura superiori all’attuale estremo difensore del Milan.

Cessione Meret, è possibile?

Ecco che allora sono sorte le prime voci riguardo una possibile cessione dell’estremo difensore. È chiaro che difficilmente il Napoli potrebbe pensare di privarsi di un talento così importante e comunque pagato una bella cifra – 25 milioni di euro – non molto tempo fa, ma la decisione potrebbe non essere presa dalla dirigenza partenopea, ma essere figlia della volontà di Meret, voglioso di tornare ad avere un posto da titolare fisso dove poter esprimere le sue grandi potenzialità.

La non garanzia della maglia numero 1 neanche la prossima stagione, che vedrà molto probabilmente Gattuso confermato in panchina, potrebbe far pensare al ragazzo di Udine di prendere un’altra strada. Le pretendenti non sarebbero poche, perché, nonostante la giovane età e qualche errore anche in questa stagione, Meret ha dimostrato di poter essere un portiere affidabile e di grande prospettiva.

Un errore da non commettere

Gennaro Gattuso ha tutto il diritto di scegliere un portiere che può dare qualcosa in più alla sua causa. Ospina si è rivelato un ottimo estremo difensore, capace di guidare la difesa e di far uscire la squadra bene palla al piede, qualità necessaria all’impostazione tattica dell’ex tecnico del Milan.
Non è, però, un valido motivo per far fuori un ragazzo come Meret. Non stiamo parlando di un giovane che è arrivato al Napoli con l’etichetta di prodigio e che deve ancora sbocciare, ma di un calciatore che ha già mostrato di avere delle qualità difficili da trovare in un ruolo complicato come quello del portiere. Il salto per lui è stato abbastanza netto, dalla Spal al Napoli, ed è anche normale che in un periodo iniziale, più o meno lungo, ci possa essere qualche salto a vuoto.

Meret è, però, un portiere di straordinario talento, capace di salvare più volte il Napoli con le sue parate e di poter diventare un punto di riferimento per il presente e per il futuro. Per questo motivo, Giuntoli e De Laurentiis sono tenuti a fare dei ragionamenti importanti e a fare di tutto per rinnovare il contratto del giovane portiere. Perderlo sarebbe un delitto.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending