Connect with us

La Copertina

Maurizio apri gli occhi…

Pubblicato

|

Con la vittoria in terra tedesca di ieri sera, la Juventus è approdata agli ottavi di finale di Champions League. Qualificazione invero mai stata in dubbio, ma i bianconeri vincendo hanno fatto record di punti in un girone dominato e stravinto. Ora i bianconeri possono aspettare in tutta tranquillità il sorteggio di Nyon, programmando il percorso in campionato ed in Europa con tutta la calma. Calma che sembra non appartenere a Maurizio Sarri, vulcanico tecnico dei bianconeri finito al centro della polemica dopo la debacle di Roma, dove la Lazio non ha solo vinto, ma ha letteralmente dominato la Juventus.

Che, a Roma, ha segnato e poi giocato per venti minuti, salvo poi scomparire. Noi di Sportcafe24 al tecnico bianconero, dogmatico e filosofo, non vorremmo mai dare suggerimenti ma uno ci pare evidente e facciamo fatica a capire la miopia di Sarri, almeno fino a questo momento. Perché creare un problema Bernardeschi quando esiste una soluzione che ha tre lettere dell’alfabeto, chiare e semplici? C+D+H, un legame trivalente. Gli elettroni rispondono al nome di Cristiano Ronaldo, Paulo Dybala e Gonzalo Higuain.

L’obbligo morale di Sarri

L’esperimento di queste settimane, in verità assai improduttivo, ha visto Bernardeschi giocare dietro i due attaccanti centrali bianconeri, Cristiano e, a turno, Dybala e Higuain. L’ultima staffetta, a Roma, con l’uscita della Joya e la permanenza in campo dell’ex Fiorentina ha prodotto un disastro, con la Lazio che ha definitivamente preso il sopravvento. E allora noi il suggerimento lo lanciamo lì: Sarri, il tuo tridente è questo. Ed hai l’obbligo, morale se non altro, di provarli, quei tre, che insieme possono essere devastanti per ogni difesa. E di farlo a cadenza fissa, in ogni partita, soprattutto quando verranno momenti in cui non sarà giocoforza necessario tirare il fiato. Se non esiste la perfezione, di certo quel tridente è quanto di più ci si avvicini.

In questo modo si prendono i cosiddetti due piccioni con una fava: si rilancia il tridente pesante, e si recupera Bernardeschi, non certo il fenomeno dipinto dalla stampa, ma un validissimo interprete del suo ruolo che male ha fatto e fa, per lui e la Juve, in una posizione non sua. A dicembre il tempo degli esperimenti dovrebbe essere già finito da un pezzo. Quando sarà, semmai lo sarà, sarrista questa Juve?

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending