Connect with us

Prima Pagina

Higuain può ancora dire la sua in questa Juve

Pubblicato

|

Ma Higuain davvero non serve più a questa Juve?

Sta prendendo lentamente piede la Juventus di Maurizio Sarri: il nuovo ciclo bianconero si appresta a cominciare ed il tecnico toscano, tra conferme, nuovi arrivi e future partenze, sta plasmando la squadra che verrà. Chiamata, come sempre, a vincere ma stavolta a convincere anche. Perché vincerà sarà anche l’unica cosa che conta, ma farlo bene, stavolta, dovrà essere il tratto distintivo. Su Sarri e sulla sua Juve tutte le pressioni, ma intanto in casa bianconera, fa strano a dirlo, qualche dubbio permane.

Sul fronte partenza la società ha le idee chiare: probabilmente saluteranno Khedira e Matuidi, poco funzionali al gioco del tecnico toscano e rei di avere due ingaggi belli pesanti. Rischia Mandzukic, può cambiare qualcosa in difesa con le cessioni di Rugani o Demiral. Poi in attacco, con la Juventus che ha letteralmente scaricato Gonzalo Higuain e che, allo stesso tempo, sta cercando di piazzarlo alle migliori condizioni possibili. Ma la domanda è: Higuain davvero non serve più alla Juve?

La doppia vita bianconera del Pipita

Appena quattro stagioni fa la Juve faceva saltare il banco, acquistando per la cifra monstre di 90 milioni, Gonzalo Higuain dal Napoli. Era il colpo dei sogni, che sarebbe stato superato due anni dopo dall’affare del secolo, Cristiano Ronaldo. In due stagioni il Pipita ha dato il suo contributo per due scudetti, con un secondo che praticamente ha scucito lui dal petto del Napoli con il gol vittoria a San Siro, in uno dei più contestati Inter-Juve degli ultimi anni.

Cosa è cambiato poi? Questioni economiche, di bilancio, di conti. La Juventus, lo scorso anno, dato l’esoso investimento Ronaldo, ha dovuto sbarazzarsi letteralmente del pesante ingaggio di Higuain. Milan e Chelsea due parentesi da dimenticare, poi il ritorno in bianconero. Momentaneo? Intanto un gol, l’affetto dei tifosi, forma accettabile e subito intesa con i compagni nel gioco di Sarri. Vale la pena sacrificare Higuain per un Icardi qualunque.

Secondo noi la risposta è no: Higuain ha piena coscienza di dov’è, dell’ambiente in cui si trova. Professionista esemplare, giocatore che ha palesato a più riprese la volontà di restare in bianconero mostrando un senso di attaccamento che fa presupporre anche altro: una panchina in più, per dire, Higuain la accetterebbe. Una polemica non la creerebbe, senza destare alcuna voce nello spogliatoio. Ed inoltre, tecnicamente, seppur in lieve fase calante, resta un giocatore di primissimo piano. Le cose di cui sopra, almeno noi, crediamo non siano garantite da Mauro Icardi. O per meglio dire dalla moglie Wanda.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending