Connect with us

Prima Pagina

Portanova, l’ultimo regalo di Max: c’è il debutto

Pubblicato

|

E’ stata l’ultima di Allegri sulla panchina della Juventus, domenica sera. Quella contro la Sampdoria è sembrato un bivio tutto bianconero: per qualcosa che si chiudeva, c’era però un’altra che iniziava. E che si apriva al mondo. Parliamo di Manolo Portanova baby bianconero, al debutto stagionale con questa maglia così come Carlo Pinsoglio, terzo portiere juventino.

Contro i blucerchiati è arrivata una sconfitta, consumata negli ultimi dieci minuti: Allegri si è congedato in maniera non impeccabile, ma è chiaro che la vittoria – specialmente quella che è valsa l’ottavo scudetto consecutivo – ha colorato quest’annata di leggenda. E allora, i sorrisi, a fine stagione, si sprecano volentieri. Un po’ per tutti. Specialmente per Manolo, uno dei tanti giovani lanciati da Max in questo finale di stagione.

Dopo aver esordito con la formazione Under 23 in questa stagione, Portanova ha fatto la sua prima apparizione tra i grandi. In Serie A. Dove suo papà, Daniele – roccioso difensore di Bologna e Lazio – ha saputo dare manforte alla categoria, dimostrando che certi fondamentali servono sempre. Allegri l’ha mandato in campo a mezz’ora dalla fine della partita: è entrato al posto di Cuadrado e giocato sulla linea offensiva, dando soprattutto seguito alla linea giovanile lanciata nell’ultimo periodo dalla Signora. Come Portanova, anche Nicolussi, Pereira e (da un bel po’) Moise Kean.

E a proposito di Pereira: è stato il giovane più impiegato da Max in questa stagione, Kean a parte. L’esterno si è preso tre presenze, 91 minuti in totale con una sana qualità che ha smistato le carte. Contro la Samp ha fatto il suo esordio assoluto da titolare. Era già entrato in campo contro l’Inter e nel derby con il Toro. Tanta roba.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending