Orazio Rotunno

Mercato Inter, arrivano i cinesi: il bluff-Lucas ora può diventare realtà

Mercato Inter, arrivano i cinesi: il bluff-Lucas ora può diventare realtà
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MILANO, 2 AGOSTO – Il mercato dell’Inter subisce una forze sterzata. I cinesi entrano ufficialmente nel Cda, fisicamente da ottobre, ma gli effetti potrebbero sentirsi da subito. E’ così inevitabile tornare al tormentone-Lucas, il cui costo, grazie all’ingresso degli orientali, potrebbe non essere più così irraggiungibile. Quello che finora sembrava essere uno specchio per le allodole, adesso può trasformarsi nel grande colpo di mercato interista.

BRANCA APRE A LUCAS, MORATTI AI CINESI: ECCO COSA CAMBIA – Il ds è in missione in Brasile, e nel frattempo il Presidente chiude una partnership decisiva per il futuro della società di C.so Vittorio Emanuele, soprattutto per la questione-stadio. Ma si sa, tutto è legato nel mondo del calcio: stadio nuovo vuol dire soldi, tanti soldi. Per investirli servono basi solide, ovvero risultati: per avere risultati servono giocatori, grandi giocatori. Ecco dunque che a risentire di questo nuovo ingresso potrebbe essere il mercato nerazzurro, da subito: con 25 milioni di euro Lucas potrebbe davvero arrivare, forse. Branca ha già incontrato il presidente paulista, Juvenal Juvencio, così da prendere un vantaggio su tutte le concorrenti, Manchester United su tutte, che finora ha abbozzato contatti solo via mail. La missione dovrebbe durare qualche giorno, si attende un’apertura dal club che se dovesse mostrarsi disposta ad intavolare una trattativa vedrebbe l’Inter in pole e con potenziale denaro fresco, non più dipendente da una cessione illustre, vedi Sneijder. Col giocatore l’accordo c’è da tempo, grazie a un maggiore guadagno di chi ora possiede il 30% del cartellino di Lucas, la cui parte è rappresentata dal procuratore Wagner Ribeiro. Moratti ha già detto di ” essere fortemente presenti sul giocatore, ma non vuol dire accettare qualsiasi condizione “; una frase che più volte si è sentita dalle parti della sede interista, e che spesso ha fatto pensare a Lucas come il classico bluff dal grande nome, usato per scaldare e tenere buoni i tifosi. Dal Brasile sono sempre giunte smentite: questo potrebbe confermare tale ipotesi, ma anche essere il classico gioco delle parti. Una cosa è certa, l’Inter ci proverà alle sue condizioni: i cinesi potrebbero aiutare, ma non fare miracoli.

“SAYONARA INTER”, NEL CDA DA OTTOBRE I CINESI – Dopo Massimo Moratti, saranno loro i secondi azionisti in società per quote possedute. Un’operazione importante, i cui effetti si vedranno principalmente a lungo termine, in particolare per quanto concerne la questione-stadio. Appare sul sito ufficiale dell’Inter una nota in cui si comunica di “aver raggiunto un accordo che prevede l’ingresso di un gruppo di investitori cinesi nel capitale dell’Inter. La famiglia Moratti continuerà a mantenere il controllo del club “. Nello specifico, ” China Railway 15th Bureau Group Co., Ltd., controllata da China Railway Construction Corporation, e F.C. Internazionale S.p.A. hanno avviato una collaborazione per la costruzione di un nuovo stadio di proprietà entro il 2017“. Si attende di individuare le aree idonee per elaborare il progetto ed ottenere le pratiche utili ad avviare la costruzione dell’impianto.

 

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *