Redazione

Europa League, Hajduk Spalato-Inter: presentazione e probabili formazioni

Europa League, Hajduk Spalato-Inter: presentazione e probabili formazioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Esordio europeo per l'Inter di Stramaccioni

SPALATO, 2 AGOSTO – Prenderà ufficialmente il via questa sera la stagione calcistica 2012/2013 dell’Inter. Nel catino infuocato dello stadio Poljud, gli uomini di Stramaccioni affronteranno i croati dell’Hajduk Spalato nella gara di andata valevole per il 3° turno preliminare di Europa League.

SFIDA INEDITA – Inter e Hajduk Spalato si fronteggeranno per la prima volta nella loro storia, in quella che è a tutti gli effetti una sfida inedita. Andrea Stramaccioni, nel corso della conferenza stampa della vigilia, ci spiega l’approccio dei suoi giocatori nei confronti di questa gara: «Abbiamo cercato di preparare al meglio questa gara e – dice il tecnico – abbiamo grande rispetto per l’Hajduk che in queste partite iniziali ha dimostrato di crescere gara dopo gara. Abbiamo preparato la gara secondo quello che oggi è l’Hajduk, che gioca in uno stadio che dà grande vantaggio alla squadra di casa perchè è molto caldo».

OBIETTIVO EUROPA LEAGUE – Il carattere, la determinazione, la voglia di vincere sono tutte qualità che l’Inter dovrà mettere in campo:  «Ci teniamo fortemente all’Europa League e – continua Stramaccioni – vogliamo arrivare in fondo ma sarebbe stato un errore arrivare al 2 agosto al top della condizione. C’è una stagione intera che ci aspetta. L’Hajduk potrebbe avere maggior brillantezza per questo motivo domani, ma lo sapevamo, non è un alibi: dovremo sopperire con il carattere. Il fatto che l’Inter possa essere un pochino in ritardo di condizione non cambia i nostri obiettivi. Con grande rispetto per l’Hajduk, noi proveremo a vincere questa gara».

PERICOLO CROATO – Stramaccioni si sofferma sugli avversari e sui loro punti di forza: «Conosco bene Vukovic. Quando ero nel settore giovanile della Roma lo consideravamo un giovane molto interessante. Credo sia uno dei più pericolosi, insieme ai due centrocampisti e al difensore centrale, senza dimenticare il portiere». «Noi – aggiunge – arriviamo a questa gara con neanche un mese di lavoro e probabilmente per una squadra italiana non è mai facile giocare il 2 di agosto come abitudine, ma pensiamo lo stesso di poter fare bene».

PROBABILI FORMAZIONI:

HAJDUK SPALATO (4-2-3-1): Blazevic, Vrsajevic, Milovic, Maloca, Jozinovic, Radosevic, Andrijasevic, Oremus, Ozobic, Caktas, Vukusic. ALLENATORE: KRSTICEVIC. INDISPONIBILI: nessuno. SQUALIFICATI: nessuno.

INTER (4-3-2-1):
 Handanovic, Zanetti, Silvestre, Chivu, Nagatomo, Mudingayi, Cambiasso, Guarin, Sneijder, Palacio, Milito. ALLENATORE: STRAMACCIONI. INDISPONIBILI: Ranocchia, Maicon, Stankovic. SQUALIFICATI: nessuno.

ARBITRO: Huseyun Gocek (TUR)

Michele Lestingi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *