Connect with us

CurioSport

Icardi fuori? No problem, Inter sempre vincente

Pubblicato

|

Lautaro Martinez Argentina

Parma-Inter, ultima presenza di Mauro Icardi in campo con la maglia dell’Inter e la fascia di Capitano al braccio. Sembrava l’inizio della fine, i nerazzurri pronti a crollare e ad uscire prima dall’Europa League e poi soprattutto, dalla zona Champions in campionato. Questi i pensieri dei tifosi nerazzurri allo scoppiare del terremoto che ha invaso il mondo interista, quando tramite un comunicato la società annunciava la svestitura di Capitano dell’argentino per passarla ad Handanovic. Il crollo definitivo del castello di carta su cui si fondavano gli equilibri del bollente spogliatoio nerazzurro, un giorno dopo, alla notizia di un Icardi che non sarebbe partito per Vienna, in occasione del primo turno ad eliminazione diretta dell’Europa League, contro il Rapid.

Da quel momento, l’Inter, ha solamente fatto una cosa: vincere. O meglio, fino a domenica sera e a quel nefasto 100esimo minuto, quando si è consumato il dramma di Abisso che ha scippato l’Inter di una vittoria ormai certa. Con un rendimento così, nemmeno la paventata ipotesi di un Icardi out fino a fine stagione fa più paura, vista la “presunta” infiammazione al ginocchio di cui il n.9 sarebbe vittima e per cui potrebbe essere necessaria una pulizia approfondita.

Le visite mediche non avevano evidenziato alcuna situazione allarmante, ma questo è il tipo di infortunio in cui il parere del giocatore conta ben oltre gli esami strumentali: insomma, un malanno capitato ad hoc nel momento più delicato della vita interista di Mauro. Coincidenza? Poco importa, anche perché al di là del rendimento nelle ultime giornate della squadra, oltre che di alcuni top player tornati miracolosamente ad esser tali, ci sono statistiche impensabili che riguardano la media punti della beneamata senza l’argentino.

L’Inter in questa stagione, Firenze a parte, ha sempre vinto con Icardi fuori: 5 vittorie su 6 partite, condite da ben 13 gol segnati, dunque una media ben superiore alle due reti a match. Altro dato clamoroso è scoprire come, con Icardi in campo e su 28 partite solamente in due occasioni i nerazzurri hanno messo a segno più di due reti.

Il dato più clamoroso in assoluto, riguarda però l’andamento generale della squadra. L’Inter, senza Icardi, ha vinto 18 partite su 22, con appena 2 sconfitte. Numeri che lasciano perplessi circa l’incidenza dell’argentino sull’andamento della squadra, nonostante le oltre 120 reti segnate dal sudamericano: eppure, i numeri non hanno opinione e le statistiche parlano in modo lampante.

Numeri che in società e squadra conosco bene, numeri che conosce anche Lautaro Martinez. Che forse, prima del previsto, è pronto (e costretto) a mettersi sulle spalle questa nuova Inter.

 

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending