Connect with us

La Opinión

Iene sessiste

Pubblicato

|

Zaniolo

Fate tanta moralità, ma il rispetto dove sta? Più che Iene, sciacalli!”. Diretta, composta, giusta. La risposta della Curva Sud alla polemica della settimana non si è fatta attendere. Roma diventa testuggine, protegge, fa scudo al suo gioiello più bello ma ancora più fragile: quel Nicolò Zaniolo finito sulle prime pagine di tutti i giornali.

Iene e lupi

E finchè si parla di gol e assist, di chilometri percorsi e di forza nelle gambe, il problema non si crea. Lo abbiamo fatto anche noi, su queste pagine, per gridare a tutti quanto è forte il centrocampista classe 1999 che l’Inter ha ceduto in cambio di Nainggolan. Quando l’attenzione si sposta su altro, però, il rischio che si corre è grosso. Specie se si toccano gli affetti più cari, quelli che il giovane Nicolò porta tatuati sulla gamba destra (ha in numeri romani le date di nascita dei genitori e della sorella) e scritti nel cuore. Il servizio de Le Iene è stato un insulto al giocatore, alla madre e in senso più ampio a tutte le donne e anche a tutti i giornalisti. Quale sarebbe il diritto di informazione sulle posizioni sessuali della madre di un calciatore? Con quale intenzione si chiedono le dimensioni del suo seno? “Chiedo scusa a Zaniolo, a sua mamma Francesca Costa, l’ho fatta fuori dal vaso – ha dichiarato a Tele Radio Stereo, Nicolò De Devitiis, autore del servizio incriminato – ci sono degli ordini di scuderia che sono imprescindibili, cerco di portare i miei valori e stavolta ho sbagliato“.

Lo scherzo di Insigne

Gli ordini di scuderia delle Iene, però sembrano veramente sempre gli stessi. L’altro caso, che vi abbiamo segnalato nel nostro pagellone della Serie A del lunedì sera, è quello dello scherzo fatto a Lorenzo Insigne. Premessa: Jenny Darone, moglie del capitano del Napoli, non può avere un profilo Facebook e Instagram perchè troppo bella. Insigne è infatti gelosissimo: gli controlla il telefono, si arrabbia se qualcuno la guarda. Potremmo fermarci qui. Invece tutto questo viene raccontato dalla trasmissione con un tono di normalità e di ilarità. Lo scherzo si incentra su un finto provino, ottenuto da Jenny perchè notata in palestra da un regista. Insigne sbotta: volano insulti e minacce, botte in testa e parole dure. Il tutto con risate in sottofondo e sbattuto sullo schermo come l’ultima delle trovate televisive.

Collovati e la tattica femminile

Cambia la trasmissione, cambiano il palinsesto e la rete, ma le parole e gli atteggiamenti sono gli stessi anche in Rai. Domenica pomeriggio, Quelli che il calcio. Intervenendo sulla questione Icardi-Wanda Nara, il campione del mondo Fulvio Collovati sbotta: “Quando sento una donna, poi la moglie di un calciatore, parlare di tattica mi si rivolta lo stomaco, non ce la faccio. Se parli della partita e di come è andata va bene, ma non puoi parlare di tattica perché una donna non capisce come un uomo“. Facce sconcertate in studio, lui rincara la dose: “Se poi riducete tutto al fatto che sono maschilista va bene, sono maschilista. Mia moglie non si è mai permessa di parlare di tattica nei miei confronti“. Da parte della Rai è arrivata la sospensione, ma il problema, come con il razzismo, non è di così facile risoluzione. Non basta chiudere una curva, sospendere un’opinionista, fare retromarcia. Serve cambiare la cultura. Ma è una partita forse troppo difficile.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending