Connect with us

CurioSport

Boateng fa scuola: i risarcimenti più strani del calcio

Pubblicato

|

Boateng al Barça: prima Murillo, fermate il Pusher

L’incredibile storia di Boateng che risarcisce un fantallenatore disperato ha fatto il giro del mondo e non poteva essere altrimenti. Non che l’esigua cifra utile al ragazzo per recuperare la quota annuale d’iscrizione fosse proibitiva per l’ex Sassuolo, ma desta senza dubbio scalpore che un “vip” si prenda la briga di leggerei uno delle migliaia di commenti che giungono ogni ora sotto i propri post, che risponda e soprattutto che dia seguito a quanto promesso.

È iniziato come uno scherzo, uno di quei commenti per fare due risate… Boateng mi ha risposto, siamo finiti su tutte le prime pagine dei quotidiani sportivi. Migliaia di persone poi hanno iniziato a scrivere le stesse cose e farmi domande per sapere se realmente avessi ricevuto il rimborso. Ecco la risposta… ! Premesso che Boateng nulla doveva, ripeto era una cosa ironica, ma da gran signore ha mantenuto la promessa . I soldi del bonifico, tutti, andranno in beneficenza, credo sia la cosa più giusta. Grazie Prince, spero di poterti incontrare presto!“.

Questo il messaggio incredulo di un privilegiato, perché questo è! Chi si dimentica di quel maggio 2008, Inter-Siena 2-2: Materazzi dal dischetto che toglie il pallone dalle mani di Cruz, rigorista designato. Il Campione del Mondo lo sbaglia, avrebbe dato lo Scudetto all’Inter che lo vincerà comunque una settimana dopo a Parma ma nel frattempo qualcuno aveva gettato il televisore dal balcone. Non esistevano i social per avanzare richieste, Facebook era ancora per pochi e quei soldi volarono via insieme all’apparecchio.

Curiosamente sarebbe successa la stessa identica cosa tre anni dopo, sempre con l’Inter ed un rigore di mezzo: cambia il protagonista, questa volta Pazzini, ma ancora con un televisore lanciato via. Questi solo alcuni dei gesti più eclatanti balzati alla cronaca, ma cosa ne sappiamo noi di quello che è accaduto per alcuni dei recenti avvenimenti sportivi dagli esiti clamorosi?

Pensate a chi aveva già aperto la miglior bottiglia di spumante nel 2005 quando vinceva una certa finale di Champions con tre gol di scarto (la leggenda narra che ciò sia avvenuto persino nello spogliatoio nell’intervallo di quella partita). O chi si era giocato vincente quel genio di pilota che impennava e alzava le mani al cielo per aver vinto una gara illudendosi che fosse l’ultimo giro ed invece mancava ancora una tornata.

Di certo, il più fortunato di tutti fu quel giovine ragazzo che vincendo una scommessa si portò a cena la Bouchard, che rispose ed uscì con lui, dando persino seguito ad altri appuntamenti (narra sempre la leggenda). Insomma, fantallenatori, possessori di tv e aspiranti corteggiatori: uno su mille ce la, basta provarci!

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending