Connect with us

Gli sfigati del lunedì

Gli sfigati del lunedì: tra beffe, gol inutili ed esoneri

Pubblicato

|

Filippo Inzaghi Gli Sfigati del lunedì

La fortuna è cieca, ma la sfiga vede benissimo. È un po’ questo il mantra e la parola d’ordine della rubrica ”Gli sfigati del lunedì‘, che analizza la componente sfortuna nel mondo del calcio. E di sfiga nella 21esima giornata di Serie A ce n’è stata davvero tanta.

Esonero e un unico colpevole

Filippo Inzaghi saluta Bologna e il Bologna. Il tecnico paga la sconfitta casalinga contro il Frosinone e lo sfogo del presidente Saputo. “Abbiamo fatto pena“, le parole del numero uno dei rossoblu. A farne le spese è però, come sempre accade d’altronde, soltanto uno. Il buon Pippo avrà senza alcun dubbio le sue colpe, ma si trova a diventare il capro espiatorio di scelte e di errori altrui. Sì, questa è sfiga.

Gabbiadini e il gol che non si ricorderà nessuno

La Sampdoria distrugge l’Udinese e si candida a essere una seria pretendente per il quarto posto. La copertina se la prende ovviamente e ancora una volta Fabio Quagliarella. Però la partita del Marassi è stata anche quella del ritorno al gol di  Gabbiadini. L’attaccante è tornato nella Genova blucerchiata e può essere un’arma in più per Marco Giampaolo. Nessuno però nel freddo pomeriggio di sabato ne ha tenuto conto… Povero Manolo.

Ma che beffa è?

La Lazio surclassa la Juventus per più di un’ora. Mai visti i bianconeri così in difficoltà negli ultimi anni. Eppure sul tabellone dell’Olimpico al fischio finale il risultato è 1-2. Ok, questa è davvero iella. Perché va bene che Immobile sbaglia un gol incredibile, perché va bene che alla squadra di Allegri basta giocare un quarto d’ora, ma tornare a casa a mani vuoto dopo una prestazione del genere è l’immagine della crudeltà del calcio. O della sua bellezza a seconda dei punti di vista. Di certo Inzaghi e i suoi ragazzi si prendono la copertina degli “Sfigati del lunedì”.

 

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending