Connect with us

TransferMarket

Allan Marques, cuore e grinta verdeoro a centrocampo

Pubblicato

|

Allan Marques, cuore e grinta verdeoro a centrocampo

Se cercate un calciatore che sia insieme connubio di qualità e quantità, che sappia coniugare al meglio il classico tatticismo italiano con la garra tipica del calcio Sudamericano, ed in particolare col talento esplosivo dei brasiliani, non potete assolutamente perdervi Allan Marques Loureiro, centrocampista o per meglio dire tuttocampista del Napoli, un concentrato di cuore e grinta a tinte verdeoro. È il vulcanico calciatore azzurro il nostro consigliato della settimana.

Allan Marques, un brasiliano atipico

La grande crescita del brasiliano si è finalmente compiuta in questa stagione: è l’arma in più del Napoli ed è il nuovo leader di Carlo Ancelotti, che praticamente non rinuncia mai al mordente dell’ex Udinese. Che proprio in terra friulana ha cominciato la sua epopea in Italia. Allan è brasiliano, ma è un brasiliano atipico e lo è stato fin dal principio della sua avventura in Serie A. Ha un piede di qualità ed una buona corsa, ma non sono queste le principali caratteristiche che si notano quando il calciatore è in campo. Anzitutto si identifica facilmente la sua grande visione di gioco. Le qualità ci sono, anche nei piedi, ma la visione di gioco non ha praticamente eguali: Allan riesce a prevedere la giocata del suo avversario e, allo stesso tempo, a pensarla prima, quando va in percussione e rompe gli schemi. Corre, corre ovunque. Più di tutti. Semplicemente irresistibile, a tratti inarrestabile. Dai brasiliani ha ereditato la facoltà di saper giocare con la palla tra i piedi, ma dal calcio italiano ha capito l’importanza del ruolo e soprattutto la necessità dell’ordine, in un settore del campo fondamentale. Le cose le percepisce, pur senza vederle. Un musicante necessario in ogni orchestra. Capace di leggere e interpretare il gioco, trasformandolo da come era a come è, come si dovrebbe. Un atipico sì, ma anche inventore di una nuova interpretazione del ruolo: ordine e progresso, per parafrasare il celebre motto del Brasile.

Allan Marques, il futuro del brasiliano tra Napoli ed Europa

Allan è stato premiato per tutti questi anni a grandi livelli e, in particolare, per l’esplosione avuta con la maglia del Napoli, cominciata sotto l’egida di Sarri e conclusasi con Ancelotti: ora è anche, meritatamente, nel giro della nazionale brasiliana. È chiaro che, in una età fondamentale per il prosieguo della sua carriera, riflettere sul futuro è una necessità. Su di lui oggi ci sono i più grandi club d’Europa e, in particolare, il PSG dei brasiliani, e non è un caso. I parigini farebbero follie per avere Allan, un tassello che, oggi come oggi, a Tuchel manca. Una figura che però manca anche ad altri club. Il Napoli, attuale proprietaria del cartellino, spara alto: sarebbe l’ennesima plusvalenza d’oro dell’era De Laurentiis. Ma allo stesso tempo, nell’intenzione di costruire un ciclo vincente con Ancelotti, si pensa a blindare Allan. A blindarlo in Serie A. A blindarlo tra le mani di Carlo Ancelotti. Un demiurgo ideale per continuare una crescita che pare inarrestabile. Sempre con cuore e grinta.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending