Connect with us

Inter

Icardi e Higuain: malcontento sulle due sponde di Milano

Pubblicato

|

Icardi e Higuain: Milano si interroga su di loro

Icardi e Higuain stanno infiammando Milano. Non con i gol, però. A tenere banco è il mercato. Gennaio, si sa, è mese di trattative per i club, oltre che di calcio giocato. La lunga sosta, però, ha amplificato i rumors a discapito delle gare. Così Mauro e Gonzalo stanno facendo notizia per i loro comportamenti, più che per le loro prestazioni. Si tratta di situazioni completano distinte, ma con un denominatore comune: stanno entrambi scatenando la rabbia dei tifosi.

Il contratto del capitano

Icardi è il capitano dell’Inter, il bomber e l’uomo che più di tutti incarna lo spirito di rivalsa del popolo nerazzurro. E’, però, anche un ragazzo straviziato che vive di eccessi, con una moglie ingombrante e senza peli sulla lingua. L’utilizzo eccessivo dei social finisce per amplificare ogni mossa dei coniugi. Così, la situazione contrattuale dell’argentino è diventata una vera telenovela. Per l’ennesima volta. Sì, perché è già la terza volta che  coniugi Icardi chiedono un adeguamento del contratto. Finora sono sempre stati accontentati, ma ora la partita sembra più complessa. Sia chiaro: né Mauro, né Wanda spingono per la cessione. Ciò che chiedono è un adeguamento agli stipendi massimi della serie A. Visti i gol che segna Mauro, la richiesta di fondo non è sbagliata. I modi, però, si. Ed è proprio qui il punto. Inoltre, molti tifosi ricordano che Mauro è vero che segna, ma fa solo quello. Nessun sacrificio in fase di copertura, nessun aiuto alla manovra, mancanza totale di leadership. Cose inaccettabili per uno che porta la fascia di capitano.

I tormenti di Gonzalo

Gonzalo al Milan no ci voleva andare. Poche storie. L’argentino è stato scaricato dalla Juve (ah, il vecchio stile bianconero!!!) e si è ritrovato in una autentica polveriera. Al Milan attuale non si sa chi comanda. C’è un allenatore difeso a parole, ma che a ogni gara rischia l’esonero. Una rosa non degna della storia di uno dei club più vincenti al mondo. Insomma: una situazione non ideale per rendere al meglio. In più c’è la questione del suo cartellino che i rossoneri riscatteranno solo se andranno in Champions. Cosa impossibile vista la qualità attuale della rosa e il non gioco dei rossoneri. Gonzalo, abituato a lottare per il titolo e a segnare a raffica, si è ritrovato a pregare per un pallone giocabile e ad esultare per un pareggio. Non il massimo. In lui, già frustrato per il modo in cui era stato trattato dalla Juve, il malcontento e la sfiducia sono aumentati di partita in partita. Ad un certo punto è sembrato quasi infischiarsene di ciò che accadeva intorno a lui e a sperare solo di cambiare aria. Cosa che ai tifosi non può certo aver fatto piacere. I sostenitori rossoneri vedono in lui un altro Bonucci, ovvero un giocatore che ha accettato il Milan solo per interesse e, dunque, hanno iniziato a non soffrirlo più. Le voci di mercato che lo vogliono al Chelsea, dal suo maestro Sarri, hanno fatto il resto.

Icardi e Higuain: addio vicino?

Icardi e Higuain possono lasciare Milano? Per il capitano dell’Inter la situazione è più complessa. A tenere il numero 9 a Milano sono gli interessi, la famiglia e anche l’amore per la maglia. Sì, perché Icardi, nonostante i suoi atteggiamenti, ai colori nerazzurri ci tiene. Chiede, però, una squadra che lotti per grandi traguardi. E vuole che sia riconosciuto il suo status di top player. Sta all’Inter assecondare le richieste, ma lui e Wanda devono anche abbassare i toni della contesa.

Higuain, invece, sembra già lontano dal Milan. Riscatto o meno, l’ex Juve non è entrato in sintonia con l’ambiente. Lui ha altre ambizioni che, in questo momento, il club non può assecondare. Rimane da capire cosa accadrà in questi sei mesi. Difficile parta subito. In  ogni caso, il numero 9 rossonero molto probabilmente, sarà un altro il prossimo ano.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending