Connect with us

Juventus

Koulibaly, insulti e Mazzoleni: ma perché è ‘colpa della Juve’?

Pubblicato

|

Non capisco. Cioè, un po’ ci si forza pure. Però niente: proprio non si trovano connessioni, correlazioni, responsabili veri. Pare sia colpa della Juve, ma perché? Se Koulibaly subisce gli insulti di San Siro, cosa può davvero farci la società bianconera? Se lo stesso senegalese applaude ironicamente nei confronti di pubblico o arbitro, perché precisamente è tutto relativo alla Juve?

Senza troppe e facili dietrologie, tutto quel ‘ripulire il calcio’ che chiedono i tifosi di ogni centimetro d’Italia può tranquillamente partire da questa storia qui. Dal non puntare sempre, comunque il dito. Dalle accuse senza certezze, senza una base concreta e solo con un concorso di colpe che si poggia su semplice e orribile ignoranza.

Allegri non ha iniziato niente. Ha solo ribadito qualcosa di risaputo, una melma nel quale i piani alti non hanno mai avuto intenzione di mettere le mani, di toccare e di sporcarsi. Tutte le parole pericolose di cui parlava il tecnico bianconere hanno figliato queste conseguenze qui: odio da tastiera che aumenta la tensione negli stadi. Nulla a che vedere con quanto accaduto in Via Novara: è una storia di ultras, e non merita di essere banalizzata, né analizzata con sufficienza. Però ci siamo, il cerchio si chiude e ti ritrovi allo stesso punto: le parole sono importanti, perché possono trasformarsi in accuse. E dalle accuse si passa ai fatti. Per cosa? No, non è per un pallone. E’ perché è sempre più facile accusare l’altro quando le cose non vanno.

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending