Connect with us

Prima Pagina

Chi sale e chi scende: i consigliati e gli sconsigliati della settimana

Pubblicato

|

Calciomercato Inter Keita

Anche la quattordicesima giornata di campionato si è conclusa ed anche per questa settimana le big della nostra Serie A hanno potuto aggiungere o depennare qualcuno dal proprio taccuino: tra conferme e sorprese, ad ogni gara di Serie A, c’è chi sale e chi scende: come sarà andata questa giornata? Andiamo a vedere i consigliati e gli sconsigliati della settimana! 

I CONSIGLIATI: I POSSIBILI CINQUE COLPI DELLA SETTIMANA

Rade Krunic: il venticinquenne centrocampista dell’Empoli è tra i migliori, tra le fila dei toscani, in queste prime quattordici giornate: continuità e qualità di prestazione ne fanno un profilo di assoluto interesse. Contro la Spal Krunic ha trascinato l’Empoli, così come aveva fatto contro l’Atalanta. Insomma, alla lotta salvezza del club toscano sta dando il suo contributo, in misura maggiore rispetto all’altro talento da monitorare dalle parti del Castellani, Zajc. Qualcuno sicuramente sta seguendo le prestazioni del bosniaco che, di certo, sta facendo la sua parte per mettersi in mostra. Da prendere.

Manuel Lazzari: la Spal se lo coccola, e a buona ragione. L’ha blindato, perché il suo è un profilo di primo piano e le prestazioni di questa prima metà di campionato non smettono di confermalo. Un calciatore estroso, dinamico e potenzialmente appetibile per una big che cerca rinforzi sulla fascia. Su di lui forte il pressing del Torino, ma occhio al Napoli. Lo consigliamo, perché offre garanzie di un certo livello per chi lotta per determinati obiettivi. Partenza quasi certa, a fine anno, da Ferrara: siamo sicuri che continuando così innescherà una bella lotta tra le big del nostro calcio. Anche per questa settimana, assolutamente consigliato.

Roberto Inglese: è di proprietà del Napoli, ma farebbe comodo a mezza Serie A. Il centravanti pugliese continua a segnare e a trascinare il Parma, che su di lui ha puntato e che sta ricevendo il giusto. Sconfitto a San Siro, ma sempre con una zampata del bomber ex Chievo che si conferma attaccante di peso in Serie A, continuo come pochi negli ultimi anni e, post-infortunio, nelle ultime giornate. Farebbe bene il Napoli a tenerselo bello stretto perché un Inglese così farebbe comodo a chiunque. E per i fantallenatori: consigliato di schierarlo, sempre.

Dennis Praet: ha trascinato la Sampdoria nel rotondo 4-1 contro il Bologna, si sta confermando a buoni livelli e per lui sembra quasi essere arrivato il momento del grande salto. Trequartista ordinato, tutto grinta e qualità, Praet può fare al caso di qualche squadra al top in A. Anche per lui possibile asta in vista, soprattutto se giocherà ancora con la continuità delle ultime settimane. Giampaolo se lo coccola, Ferrero pure: una bella plusvalenza può essere fatta. Anche Praet, consigliato assolutamente.

Keita Balde: ha chiuso un filotto niente male, trascinando l’Inter con tre gol ed un assist nelle ultime due uscite e, da grande ex, ha punito la rivale Roma, proprio lui, cresciuto ed esploso con la casacca biancoceleste indosso, prima della brusca rottura di due stagioni fa. Ci ha visto lungo, l’Inter, puntando su di lui: giocatore capace di spaccare le partite e che, trovando maggior continuità, può portare varie corteggiatrici a bussare alle porte nerazzurre: la Juve, ad esempio, che non ha mai nascosto la simpatia per l’ex Monaco e Lazio. Questa settimana, consigliato!

GLI SCONSIGLIATI: CHI NON PRENDERE QUESTA SETTIMANA

Nicolò Barella: il Cagliari lo valuta tantissimo, a buona ragione. È forte, può diventare decisivo ma non deve assolutamente perdere di mira l’obiettivo: l’espulsione rimediata contro il Frosinone per somma di gialli poteva costar cara al Cagliari, che ne è uscito con un pareggio alla fin fine giusto. Per questa settimana non brilla: sconsigliato.

Krzysztof Piątek: da quando Ballardini è andato via non brilla più ma soprattutto non segna. Da un centravanti come lui il Genoa si aspetta qualcosa in più. Ed anche il mercato. Si è forse esagerato con la super-valutazione per via dei gol segnati a raffica in un indimenticabile inizio di stagione? Forse sì, ma è anche troppo presto per bocciarlo in toto. Quello delle ultime non è lo stesso visto nelle prime: anche stavolta, sconsigliato.

Dries Mertens: prova opaca del folletto belga nella delicata trasferta vinta dal Napoli in quel di Bergamo. Da uno come lui, che ormai ha l’abitudine col gol, ci si aspetta sempre il guizzo in più, quello che è mancato contro l’Atalanta. La Premier e la Cina continuano a tentarlo, l’accordo in scadenza nel 2020 non è stato ancora rinnovato. Intanto questa settimana viene giustamente rimandato e, come da prassi, sconsigliato.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending