Connect with us

Buzz

L’uomo del Var ha detto no: lo scandalo di Roma-Inter

Pubblicato

|

Var Roma Inter

Roma-Inter non è mai una partita come le altre. Soprattutto a cavallo fra la fine e del primo decennio e l’inizio del nuovo, ha rappresentato la sfida per eccellenza allo Scudetto. Vinse sempre l’Inter, lasciando qualche briciola sotto forma di coppa ai giallorossi, ma con una costante presente: lo spettacolo.

Tanti gol, emozioni e non poche polemiche: le ultime, accompagnate dal via vai di ex e protagonisti di tante di queste sfide, fra campo e panchina. Come Nainggolan, ieri assente per infortunio, ma soprattutto Spalletti: subissato di fischi, l’uomo che avrebbe posto fine anzitempo alla leggendaria carriera di Francesco Totti. Che ieri, non ha perso occasione per far sentire, come raramente, la sua calda e romana voce.

Vergogna“, ha esclamato l’ex capitano giallorosso.

Sulla sostanza non si può dissentire, perché il mancato ricorso al Var in occasione del contatto netto fra la gamba di D’Ambrosio e il piede del baby Zaniolo (a proposito, che giocatore), ha qualcosa di incredibile. Se si può giustificare Rocchi, arbitro in campo impallato nell’occasione, ecco dunque che proprio in questo caso la chiamata dall’alto sarebbe potuta essere quanto mai opportuna, invece nulla.

Fabbri, addetto al Var, ha deciso di far finta di nulla o peggio, che quello non fosse rigore, ma come?

Lo stesso Spalletti, interpellato nel dopo partita, ammetterà che era rigore: come, candidamente ricorda, era quello di Manolas su Icardi sul finire del secondo tempo. Fatto sta che quello sul baby classe ’99 ex Inter non ha motivo di esistere, con l’introduzione e l’avvento della tecnologia nel calcio. Come è possibile non consultare il Var, o peggio, come diventa credibile quest’utilizzo, se non se ne usufruisce per episodi così evidenti?

Domande che sorgono spontanee e legittime, invoca lo stesso Totti quale sia il metro di utilizzo ma soprattutto invita i diretti interessati a fornire spiegazioni circa, nello specifico, il non ricorso al Var per valutare un episodio sotto gli occhi di tutti, meno che del buon Fabbri.

Polemiche non debellate col Var, sospetti che si infittiscono, misteri non risolti: insomma, la tavola italiana non ha perso il migliore dei suoi piatti.

Il veleno. 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending