Connect with us

Buzz

La folle (nuova) vita di Pablo Daniel Osvaldo

Pubblicato

|

Osvaldo rockstar

Ha indossato le maglie di Roma, Fiorentina, Juve e Inter fra le altre. Esperienze all’estero, la maglia della Nazionale, ben pochi titoli di squadra ma non sono mancate le prodezze di un giocatore che si ama o si odia: comunque, se ne parla, anche oggi che non è più nel mondo del calcio.

Osvaldo ha deciso di entrare a far parte del mondo della musica, definitivamente, perché quella chitarra in realtà non l’ha mai tolta da dosso. Concerti, serate e live al posto della musichetta di Champions League e Inno di Mameli: tutto ciò, a soli 30 anni. Una scelta rara e impopolare, ma capace di renderlo felice: la cosa più importante per l’oriundo.

“La gente non capisce, pensa sia pazzo. Ho semplicemente seguito la mia passione. È una vita molto diversa dalla routine quasi militare che c’è nel calcio. Un calciatore professionista è ben retribuito, ma è perennemente sorvegliato dal club e sotto pressione. Non devi bere, non puoi fumare, si deve seguire un regime alimentare preciso”.

Osvaldo ha spiegato quali sono i motivi che lo hanno portato ad allontanarsi dal mondo del calcio, nonostante i maggiori introiti economici che avrebbe incassato per almeno altri 5 o 6 anni. “Non sono fatto per le regole, mi piace essere libero. Sono orgoglioso della mia carriera e devo tutto al calcio, ma nel calcio devi vivere una vita che non è reale. Hai un prezzo, un valore. È pazzesco. Se sei bravo, vali 50 milioni e se non sei bravo non vali niente. Se segni un gol sei Dio e se non lo fai sei uno scarto. Ti chiedono il massimo ma non gliene frega niente se sei un bravo ragazzo o no, o se hai dei sentimenti. E io sono una persona sensibile. Ero stanco, stavo impazzendo e ho deciso di vivere la vita del musicista. Da quando ho lasciato il calcio e non mi sento più pesante. Mi sento libero e rilassato. Sono felice”.

Parola di Osvaldo, uomo vero e anche troppo, per restare nel luccicante e superficiale mondo del pallone.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending