Connect with us

Juventus

Juventus, una metamorfosi in 8 nomi

Pubblicato

|

Juventus, una metamorfosi in 8 nomi

Il diktat è questo: muoversi in virtù delle cessioni. Che ci saranno, eccome. E che saranno anche tremendamente copiose. Comunque, la Juve si muove in tutte le direzioni: una volta messa questa stagione nel cassetto dei ricordi, procederà anche con le prime ufficializzazioni. Perché sì, qualcuno è stato già praticamenta acquistato: Emre Can vi dice qualcosa?

GLI ARRIVI CERTI

Ecco allora che il timer è partito, con la clessidra che punta dritta al 27 maggio. Data non casuale: è il giorno successivo alla finale di Champions, tra Liverpool e Real Madrid. E proprio da Liverpool arriverà proprio il centrocampista tedesco, pronto a firmare un quinquennale a ben sei milioni di euro a stagione: la felicità, dalle parti di Vinovo, non può essere misurata.

Qualche giorno dopo, il tempo di rientrare dalle vacanze, e subito Caldara e Spinazzola raggiungeranno i nuovi compagni: dal JMedical si passerà al JVillage, il nuovo centro sportivo bianconero sorto alle spalle dell’Allianz Stadium. Tutto in famiglia: soprattutto per Leo, al ritorno a Torino dopo tanto peregrinare. In bianconero, lui, ha fatto le fortune della Primavera. Soprattutto da esterno alto.

OPERAZIONI INTERMEDIE

Poi c’è Darmian. Che con l’addio di Asamoah – direzione Inter – dovrà necessariamente andare a rimpinguare la schiera di terzini bianconeri. E’ il jolly che chiedeva Allegri, non il gran colpo che si aspettavano i tifosi: tant’è, per qualità-prezzo resta un acquisto importante e intelligente. La sua duttilità può fare la fortuna del tecnico, di tutti i tecnici. E magari potrà anche abbracciare il suo compagno azzurro Lorenzo Pellegrini, centrocampista classe 1996 in forza alla Roma. Servono 25 milioni per strapparlo ai giallorossi, galeotta è stata una clausola rescissoria posta troppo in fretta: la Juve l’eserciterà, stile Pjanic. Con il ragazzo ha già un accordo di massima per cinque anni a oltre 2 milioni a stagione.

L’ultimo dubbio resta il sostituto di Buffon: non in campo, sia chiaro. Lì c’è Szczesny. Ma il nome del dodicesimo tiene ugualmente banco tra i discorsi dei dirigenti: Mirante, in questo senso, sarebbe perfetto. Scuola Juve (e quindi utilissimo in termini di nuove liste), conosce l’ambiente, tornerebbe volentieri. Il Bologna vorrebbe rinnovare, lui si è preso qualche giorno per decidere. In alternativa: Audero, Marchetti e Consigli.

IL GRANDE COLPO

Attenzione, infine, all’acquisto che potrebbe cambiare le sorti della prossima stagione juventina. Il nome? Anthony Martial. Il costo? Intorno ai sessanta milioni. L’idea dei bianconeri è quella di prenderlo in prestito – decisamente – oneroso e poi piazzare ben 40 milioni di obbligo di riscatto. Ecco: l’idea è anche quella di trattare, e tanto, sullo sconto. Del resto, tra Juve e Manchester United esiste un legame fortissimo, chiamato Mino Raiola. Dunque, staremo a vedere: anche per Alvaro Morata.

Sì, Beppe Bozzo è partito in missione: l’obiettivo è riportare lo spagnolo a casa. Il Chelsea potrebbe privarsene, bisognerà vedere il prossimo tecnico (Sarri?) come approccerà con lo spogliatoio. Ma Alvaro vuole tornare, con famiglia al seguito…

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending