Connect with us

Juventus

Juventus, una metamorfosi in 8 nomi

Pubblicato

|

Juventus, una metamorfosi in 8 nomi

Il diktat è questo: muoversi in virtù delle cessioni. Che ci saranno, eccome. E che saranno anche tremendamente copiose. Comunque, la Juve si muove in tutte le direzioni: una volta messa questa stagione nel cassetto dei ricordi, procederà anche con le prime ufficializzazioni. Perché sì, qualcuno è stato già praticamenta acquistato: Emre Can vi dice qualcosa?

GLI ARRIVI CERTI

Ecco allora che il timer è partito, con la clessidra che punta dritta al 27 maggio. Data non casuale: è il giorno successivo alla finale di Champions, tra Liverpool e Real Madrid. E proprio da Liverpool arriverà proprio il centrocampista tedesco, pronto a firmare un quinquennale a ben sei milioni di euro a stagione: la felicità, dalle parti di Vinovo, non può essere misurata.

Qualche giorno dopo, il tempo di rientrare dalle vacanze, e subito Caldara e Spinazzola raggiungeranno i nuovi compagni: dal JMedical si passerà al JVillage, il nuovo centro sportivo bianconero sorto alle spalle dell’Allianz Stadium. Tutto in famiglia: soprattutto per Leo, al ritorno a Torino dopo tanto peregrinare. In bianconero, lui, ha fatto le fortune della Primavera. Soprattutto da esterno alto.

OPERAZIONI INTERMEDIE

Poi c’è Darmian. Che con l’addio di Asamoah – direzione Inter – dovrà necessariamente andare a rimpinguare la schiera di terzini bianconeri. E’ il jolly che chiedeva Allegri, non il gran colpo che si aspettavano i tifosi: tant’è, per qualità-prezzo resta un acquisto importante e intelligente. La sua duttilità può fare la fortuna del tecnico, di tutti i tecnici. E magari potrà anche abbracciare il suo compagno azzurro Lorenzo Pellegrini, centrocampista classe 1996 in forza alla Roma. Servono 25 milioni per strapparlo ai giallorossi, galeotta è stata una clausola rescissoria posta troppo in fretta: la Juve l’eserciterà, stile Pjanic. Con il ragazzo ha già un accordo di massima per cinque anni a oltre 2 milioni a stagione.

L’ultimo dubbio resta il sostituto di Buffon: non in campo, sia chiaro. Lì c’è Szczesny. Ma il nome del dodicesimo tiene ugualmente banco tra i discorsi dei dirigenti: Mirante, in questo senso, sarebbe perfetto. Scuola Juve (e quindi utilissimo in termini di nuove liste), conosce l’ambiente, tornerebbe volentieri. Il Bologna vorrebbe rinnovare, lui si è preso qualche giorno per decidere. In alternativa: Audero, Marchetti e Consigli.

IL GRANDE COLPO

Attenzione, infine, all’acquisto che potrebbe cambiare le sorti della prossima stagione juventina. Il nome? Anthony Martial. Il costo? Intorno ai sessanta milioni. L’idea dei bianconeri è quella di prenderlo in prestito – decisamente – oneroso e poi piazzare ben 40 milioni di obbligo di riscatto. Ecco: l’idea è anche quella di trattare, e tanto, sullo sconto. Del resto, tra Juve e Manchester United esiste un legame fortissimo, chiamato Mino Raiola. Dunque, staremo a vedere: anche per Alvaro Morata.

Sì, Beppe Bozzo è partito in missione: l’obiettivo è riportare lo spagnolo a casa. Il Chelsea potrebbe privarsene, bisognerà vedere il prossimo tecnico (Sarri?) come approccerà con lo spogliatoio. Ma Alvaro vuole tornare, con famiglia al seguito…

IL NOSTRO LABORATORIO DIGITALE

SPORTS AGENCY SC24

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending