Connect with us

Juventus

Buffon, in “Boca” al lupo

Pubblicato

|

buffon juve

Non ha alcuna intenzione di finire come Zidane, con quell’ultima immagine da calciatore impressa nella mente di miliardi di persone, alle spalle la Coppa del Mondo, una fasciatura slegata dal polso e la testa china, dopo averla sbattuta sul petto di Materazzi. Gigi Buffon ha detto addio alla Champions, probabilmente rassegnato ad avere in lei l’unico tabù di una leggendaria carriera, lo farà con una possibile e pesante squalifica, eppure potrebbe non essere l’ultima volta che lo vediamo in campo oltre confine.

La cosa più clamorosa è che potrebbe farlo non con la maglia della Juventus, tanto meno con quella azzurra dell’Italia vista l’incredibile eliminazione dai Mondiali e gli Europei lontani due anni: lo scenario è sudamericano, precisamente in Argentina, con la storica casacca del Boca Juniors. Buffon alla Bombonera, voluto e desiderato (forse chiamato) da Carlos Tevez: ipotesi suggestiva, quasi certamente remota, ma rilanciata dalla stampa e radio albiceleste, fino a rimbalzare nel vecchio continente.

Prima ‘Olè‘ , poi ‘Radio Continental‘ per finire a ‘La Nacion’: l’Apache vorrebbe provare convincere il leader per presenze con la maglia dell’Italia a volare in oltre oceano con la maglia dei gialloblu: “L’amarezza per l’eliminazione dalla Champions League arrivata nei quarti contro il Real Madrid potrebbe spingere Buffon a ritirarsi dal calcio di alto livello per cercare un ritiro più tranquillo. In questo scenario appare il Boca (…) che per il secondo semestre dell’anno lotterà principalmente per la Libertadores e potrebbe decidere di ingaggiare un nuovo portiere di livello come l’italiano”, questo quanto compare sulle pagine virtuali del quotidiano di Madrid.

Buffon come Del Piero, seppur in una meta ben diversa, ma come differente sembra essere il legame che vige fra l’attuale capitano bianconero ed il Presidente Agnelli, rispetto a quello che intercorreva con Alex, migrato in Australia prima e in India poi. Non giungono smentite o risposte ufficiali, ma il mistero che aleggia sul futuro del Gigi nazionale prosegue e nemmeno il discusso finale nella notte di Madrid ha tirato fuori dalla bocca del portiere frasi certe sul suo futuro.

L’idea di lasciare con la macchia del Bernabeu potrebbe essere uno dei motivi principali che porterebbe Gigi lontano dall’Italia e dall’Europa, con la volontà di vivere un’esperienza di vita oltre che professionale totalmente nuova e carica di entusiasmo. E l’appoggio oltre che l’invito di un personaggio con cui ha conservato ottimi ricordi e rapporti come Tevez, simbolo del Boca, potrebbe giocare un ruolo decisivo.

Perché se una sensazione permane, porta esattamente nella direzione opposta di un ritiro: lui ha ancora voglia, magari proprio di una nuova sfida, ma certamente con ancora i guanti alle mani e non dietro ad una noiosa scrivania. E se ha gli stimoli e la testa per continuare, è all’altezza per farlo in qualsiasi scenario e non potrebbe certo essere la pur caldissima Bombonera a mettere dubbi circa la propria competitività in un campionato comunque importante come quello argentino.

E se magari il successo intercontinentale a livello di club arrivare, ma nella storica Libertadores? Sarebbe l’ennesima sfida ed impresa di un campione senza tempo.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending