Connect with us

Champions League

La beffa più atroce e l’addio amaro del capitano

Pubblicato

|

La Juventus esce dalla Champions League nel modo peggiore. Un rigore di Ronaldo al 93′ gela i sogni di gloria dei bianconeri, dopo la miglior gara di Champions degli ultimi anni. Dominare il Real Madrid in lungo e in largo, segnargli tre gol non è bastato. Alla fine, sono ancora i Blancos ad esultare. 

Si discuterà a lungo del rigore per il Real. Come si potrà dire che la Juventus ha buttato la qualificazione all’andata con una gara scriteriata. La partita di questa sera ha dimostrato che Mandzukic e compagni, con la giusta determinazione, avrebbero potuto passare il turno. Ancora una volta, invece, per i bianconeri e per i loro tifosi ci sono le lacrime di una coppa che continua ad essere maledetta. 

L’immagine simbolo di questa serata è l’espulsione di Buffon. Il capitano, l’uomo che più di tutti desiderava alzare questa coppa, esce in modo inglorioso all’ultimo giro di lancette, dopo le proteste rabbiose per il rigore concesso. Non siamo al livello della testata dell’attuale allenatore del Real Madrid nella finale mondiale, ma poco ci manca.

Il ko di questa sera segna forse una sorta di condanna eterna sulla Juventus. Non c’è nulla che che si possa fare: in qualunque modo giochi, anche se si dimostra superiore all’avversario in maniera netta, la Coppa dalle Grandi Orecchie continua a sfuggirle.

E’ evidente che in Europa, qualcuno non ama i bianconeri.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending