Connect with us

Buzz

Le 5 remuntade più assurde di sempre

Pubblicato

|

Le 5 remuntade più assurde di sempre

Napoli-Chievo ha riaperto la mente nostalgica e romantica che dorme in tutti noi appassionati e malati di questo terribile sport, capace di farci piangere e soffrire, ma al contempo impazzire e gioire come poche altre cose riescono nella vita. Milik prima e Diawara poi riaprono un campionato che era ormai chiuso a 4 minuti dalla fine. Sono in ottima compagnia, perché in oltre un secolo di storia si è davvero visto di tutto.

Lecce-Milan 3-4

Non serve viaggiare troppo in là con la mente o sognare la musichetta della Champions League per ricordare una delle più folli rimonte della storia recente. Siamo al Via del Mare, il Lecce sta compiendo un’impresa pazzesca, battendo 3-0 quella che diventerà la squadra Campione d’Italia dopo pochi mesi. All’intervallo esce Robinho ed entra Boateng: il ghanese firma una tripletta straordinaria, prima del poker di Yepes che firmerà la più incredibile impresa rossonera del nuovo millennio, decisiva per lo Scudetto numero 18 a fine anno.

Inter-Sampdoria

Se vi chiedete da dove nasca l’inno “Pazza Inter“, beh, la risposta è tutta in quell’Inter-Sampdoria del 2004. Roberto Mancini allenava una squadra ricca di talento ma non ancora pronta per quel grande salto compiuto solamente due anni dopo, ma bastò per concretizzare una folle rimonta. Al minuto 87 a San Siro il tabellone recitava 0-2 in favore dei blucerchiati, Oba Oba cominciava quei 6 minuti di pura libidine che avrebbero incantato e fermato i cuori neroazzurri. Il pareggio lo firma Bobo Vieri, prima che all’ultimo secondo El Chino Recoba scagliasse in rete col sinistro da fuori area il gol del folle 3-2 finale.

Deportivo-Milan 4-0

Se chiedete ad un tifoso del Milan quale sia stato il Milan più forte della storia recente, dopo quello degli olandesi, vi risponderà senza ombra di dubbio quello della stagione 2003/04, che vinse Scudetto e Coppa Italia. Eppure, fu quello che non vinse la Champions, come riuscì a fare l’anno prima o 3 anni dopo, si fermò appena ai quarti di finale contro un Deportivo La Coruna praticamente al debutto, a quei livelli. Rossoneri stratosferici all’andata, vittoriosi 3-0. I galiziani al ritorno firmarono un poker senza precedenti, con i diavoli imbambolati al Riazor, per un match che tutt’oggi non ha spiegazioni per la forza di quella straordinaria squadra.

Bayern Moncao-Manchester United 1-2

E’ la più veloce e clamorosa rimonta nella storia di una finale europea, ancor più incredibile trattandosi di Champions League. Era già pieno recupero quando lo United di Sir Alex Ferguson contava i secondi che lo separavano da una cocente sconfitta, Teddy Sheringam arriva più in alto di tutti su un cross che avrebbe potuto trovare in area anche uno Schmeichel accorso disperatamente sul calcio d’angolo, 1-1. Nemmeno due giri d’orologio, l’allora 24 enne David Beckham pennella un cross dei suoi, sfiorato ancora una volta dal centravanti inglese prima di finire tra i piedi di Ole Gunnar Solskjare: sarà la palla più importante della sua vita, quella del gol che consegnerà la Champions ai Red Devils.

Barça-Psg 6-1

Raccontare questa partita è praticamente impresa impossibile, perché è difficile spiegare un qualcosa di mai accaduto in 185 precedenti. perché per 185 volte nella storia di un match europeo una squadra aveva provato a ribaltare 4 gol di svantaggio maturati all’andata, per 185 ha fallito. Fino a Barça-Psg di 1 anno fa, il club francese strapazzò i catalani all’andata, che però approcciarono come meglio non avrebbero potuto il ritorno, portandosi sul 3-0. Quando mancava solo un gol all’impresa giunse come la più gelata delle docce il gol di Cavani, servivano altri 3 gol. E non ne sarebbe arrivato nemmeno uno sino al minuto 88, quando Neymar illude. E invece, passano 3 minuti e come un regalo inaspettato giunge un rigore benevolo, che il brasiliano trasforma. Il resto è storia: 96esimo, Sergi Roberto, il meno marziano degli alieni firma la più clamorosa remuntada di tutti i tempi.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending