Connect with us

Football

Il ‘culo’ e la saracinesca

Pubblicato

|

Torino-Inter si aggiunge alla lunga sfilza di partite maledette, quelle gare in cui pur macinando gioco e occasioni non riuscirai mai a mettere il pallone alle spalle del portiere avversario.

Il Toro ha fatto la sua onesta partita, sfiorando il colpo del ko all’inizio del secondo tempo e protetto da un ermetico Sirigu (migliore in campo). L’Inter ha giocato la medesima gara di Marassi, prodotto lo stesso volume di gioco (controllate le statistiche), ma questa volta la ‘dea bendata’ non ha baciato Icardi. La prestazione modesta del bomber nerazzurro e l’assenza ingiustificata di un Perisic in versione ‘fantasma dell’Opera’, non hanno permesso ai nerazzurri di abbattere l’ottimo muro difensivo composto dagli ‘anzianotti‘ Burdisso e Moretti.

Oggi si è consumata la vendetta degli ex. Obi, Ljajic, Ansaldi e Mazzarri hanno vissuto la gara con un’intensità superiore al derby di Torino, trascinando a livello emotivo e mentale l’intera squadra.

Il ‘culo’ di Mazzarri, rispolverato proprio in occasione della sfida con la prima società a macchiarlo dell’onta dell’esonero, riporta l’Inter sul pianeta Terra, dopo un periodo positivo.

L’obiettivo Champions resta lì, a pochi passi, ma dalla prossima sfida di campionato contro l’Atalanta Luciano Spalletti e i suoi giocatori non potranno permettersi il lusso di compiere ulteriori passi falsi.

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending