Connect with us

Football

Quando l’eroe diventa Calimero

Pubblicato

|

Icardi, da eroe a Calimero

Mauro Icardi aveva deciso il derby dell’andata con una tripletta da urlo. L’argentino si è ripetuto, questa volta, in negativo. Quando il pallone, forte e teso, è arrivato all’ultimo minuto di gioco dalle parti di Maurito, neanche il più ottimista tra i tifosi rossoneri, avrebbe immaginato che sbagliasse una palla simile. Il centravanti nerazzurro è così: dorme tutta la gara, poi, al primo pallone che gli capita, piazza il colpo. Oggi non è andata in questo modo. Icardi, a tu per tu con il pallone, ha sbagliato. Un errore non da lui. E’ come se si fosse rifiutato di seguire il suo istinto da killer d’area. Come se si fosse stato di essere sempre l’eroe e, per una volta, avesse voluto essere solo un Calimero qualunque. 

L’Inter non ha vinto perchè Icardi ha sbagliato. Non solo all’ultimo minuto, ma anche prima. Due errori allucinanti, non degni di uno della sua fama. Il Milan non ha vinto perchè non ne era in grado. Il modo goffo con cui il subentrante Kalinic, di testa, ha cestinato l’unica occasione avuta, ha fatto capire tutto. I rossoneri hanno fatto la loro onesta gara, senza alcun tipo di sprazzo. Era una sorta di Pisa dello scorso anno, ma a tinte rossonere. 

L’inter non ha voluto. Il Milan non ha potuto. Il derby è così finito pari. Succede quando gli eroi decidono di prendersi una vacanza. 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending