Connect with us

Tennis

Federer-Chung: la semifinale più pazza di sempre

Pubblicato

|

Federer Melbourne

Alle nove e trenta ora italiana ci sarà uno dei match più impossibili di sempre. Chung, un coreano di un metro e ottantacinque centimetri del 1996, contro Roger Federer. Già detta così, fa quasi ridere, ma non troppo: perché il pronostico, per chi lo ha visto umiliare Djokovic in tre set, non è affatto scontato.

Da un lato abbiamo chi è alla semifinale n.43 in uno Slam, mai nessuno come lui e pronto a timbrare per la ventesima volta in un Major, entrando ancor di più nella leggenda. Oltre la rete uno che uno Slam poteva anche vincerlo, a livello juniores, ma ci pensò il nostro Quinzi a bloccarne i sogni nel 2013 in quel di Wimbledon.

Come è passato il tempo, come è strana la vita. Chi vinse quel match oggi naviga oltre la trecentesima posizione del Ranking Atp, chi lo ha perso, ha la chance di andare in finale agli Australian Open. Due mesi fa circa il successo a Milano, per la prima storica edizione delle innovative Next Gen Atp Finals, vincendo l’ultimo atto con Rublev.

Federer, con la prematura uscita di Nadal e l’infortunio che potrebbe fargli saltare tra un mese Acapulco, ha la grande chance di riprendersi la n.1 del mondo: il che vorrebbe dire un altro record, diventare il più anziano di sempre ad occuparne la posizione, battendo Agassi leader a 33 anni e passa.

Per farlo dovrà superare Chung e quel tennis robotico, privo di verticalizzazioni e creatività, ma terribilmente efficace, solido e costante. Uno scontro agli antipodi, per capire se il tennis moderno è pronto e maturo a mandare in cantina l’old-style.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending