Massimiliano Riverso
No Comments

Senza coglioni

Senza una buona dose di 'cog....i' non si va mai da nessuna parte, per consigli e lezione privati chiedere a Radja.

Senza coglioni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quando vedi un missile infilarsi sotto l’incrocio dei pali dopo pochi minuti, capisci che non sarà sicuramente la tua serata. Nainggolann ha dimostrato, per l’ennesima volta in questa stagione, di essere in uno stato di forma mai vista da quando si aggira tra i rettangoli di gioco della Serie A. Guardo poco la Roma in tv, ma se questo è il livello calcistico raggiunto dal belga, ci sono veramente pochi dubbi a definirlo un autentico fuoriclasse.

La notte degli Oscar di San Siro ha raccontato però tante storie che esulano dal La La Show di Naingolann. Quella più evidente agli occhi di tutti è la lezione di calcio impartita da Spalletti a Pioli. Il tecnico toscano ha praticamento annullato tutti i punti di forza dell’Inter, azzerando il potenziale offensivo delle corsie laterali, una partita che dovrebbe essere vista e rivista dai futuri avversari dei nerazzurri.

Inter Roma Candreva

Strootman & Co. hanno fatto il resto dominando e sbeffeggiando i ‘TreTre‘ dell’Inter. Brozovic, Gagliardini e Kondogbia si sono resi protagonisti di una partita comica, che ha reso ancora più arduo il compito del reparto difensivo, che non può fare a meno di un pilastro come Miranda.

Inter Roma Gagliardini

Per l’Inter è stata la notte più nefasta dell’anno. La presenza di Thohir sugli spalti era già un presagio negativo, ma nessuno pensava che nella gara delle gare la banda di ‘Pioli’ si sarebbe sciolta come neve al sole e che Medel avrebbe indossato i panni di uno dei protagonisti di Shaolin Soccer. Alla debacle dell’Inter c’è però una spiegazione più plausibile, ovvero l’approccio errato alla gara di tutta la squadra. Al di là dei meriti sportivi della Roma, una squadra che avrebbe vinto lo scudetto a mani basse in un campionato con la Juve a livelli umani, non è giustificabile affrontare la sfida chiave dell’anno senza mangiarsi l’erba di San Siro. Il comunista Lucarelli in un’intervista alludeva alla ‘cattiveria’ come uno degli ingrendienti chiavi del successo, all’Inter è mancato proprio questo e quando l’avversario è più forte nessuno si può permettere di affrontarlo con un attitude da the delle cinque.

Senza una buona dose di ‘cog….i’ non si va mai da nessuna parte, per consigli e lezione privati chiedere a Radja.

Massimiliano Riverso

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *