Orazio Rotunno
No Comments

Nainggolan & “figli”: le frasi celebri del calcio

L'uscita di Nainggolan ripresa furbescamente da due tifosi è solo l'ultima di una lunga serie di espressioni ben più note nella storia del pallone

Nainggolan & “figli”: le frasi celebri del calcio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Un video “rubato“, espressione più che mai ad hoc visto il contenuto delle parole. Nainggolan che viene ripreso mentre parla con due tifosi, sintesi: “la Juve ruba, la odio“. Uno dei tanti motivetti che vedono le due squadre protagoniste loro malgrado, dal “mai alla Juve” di Capello alle quattro dita di Totti dopo un 4-0 casalingo. Ma quante sono le frasi celebri, alcune delle quali decisamente più artistiche, legate al mondo del calcio?

Tanti sono stati i protagonisti che oltre a Nainggolan nei decenni si sono resi autori di alcune perle rimaste negli annali, ma ce ne sono alcuni “seriali” meritevoli di maggior rilievo. Fra loro non poteva mancare Diego Armando Maradona, di cui rimembriamo pregevoli perle anche verbali;

“Se stessi con un vestito bianco a un matrimonio e arrivasse un pallone infangato, lo stopperei di petto senza pensarci”;

“Non ho toccato io quella palla, è stata la mano di Dio”.

Non può mancare nemmeno il folle, dentro e fuori dal campo, Eric Cantona;

“Il pallone, è come una donna, ama le carezze”;

“Io non gioco contro una squadra in particolare. Io gioco per battermi contro l’idea di perdere”.

Come non citare lo straordinario Boskov, i cui modi di dire in un italiano scolastico erano pari alla semplicità e crudezza del concetto espresso;

“Nel calcio c’è una legge contro gli allenatori: giocatori vincono, allenatori perdono”;

“Rigore è quando arbitro fischia”.

Sono tanti gli autori occasionali che con le loro parole hanno saputo lasciare il segno, scopriamone alcuni:

“Ci sono giocatori che vanno verso il pallone, quasi tutti. E ci sono palloni che vanno dai giocatori. Succede solo ai più bravi”.
(Nils Liedholm)

“Sarò soddisfatto soltanto quando si parlerà più dei miei piedi che della mia faccia”.
(Franck Ribèry)

“Corro come un nero per guadagnare come un bianco”.
(Samuel Eto’o)

“E’ sempre meglio far correre la palla, la palla non suda”.
(Roberto Baggio)

“Ho vissuto un calcio in cui certi liberi tiravano una riga vicino alla loro area e dicevano ‘se la passi ti spacco’…”.
(Gigi Riva)

“Il calcio è semplice, ma è difficile giocare semplice”.
(Johan Cruyff)

“Chi sa solo di calcio non capisce nulla di calcio”.
(Josè Mourinho)

Tante, tante altre sono le citazioni più note, anche nel mondo cinematografico. Ed è bello chiudere così, tornando al tema Nainggolan, con il film per eccellenza capace di racchiudere tutta la cultura italiana che vive e respira per quel pallone rotolante.

“Ventidue gambe hanno loro; ventidue gambe abbiamo noi; il pallone è rotondo; la porta quadrata; l’arbitro è cornuto”.
(Oronzo Canà)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *