Enrico Steidler
No Comments

Forever Trap

Forever Trap
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Apprendiamo dai giornali che Giovanni Trapattoni, ex ct degli Azzurri e leggenda del calcio tricolore, rischierebbe l’esonero dal suo attuale incarico di commentatore Rai a causa di qualche parolina di troppo sfuggitagli durante la telecronaca della terrificante mazzata subita dalla Nazionale in Germania. Prima un temerario ‘Orco zio! dedicato a Montolivo e ai suoi controlli di palla inguardabili, e poi un meraviglioso Sì, sì, dai di prima…no…ma porca puttana! scatenato da un’incursione dei nostri naufragata sul più bello.

“A me non risulta”, dice il Trap commentando con LaPresse le voci sul suo possibile allontanamento dai microfoni di Stato. “Ho un contratto. Se ho sentito qualcuno? No, assolutamente”. E a chi lo censura per il suo linguaggio inopportuno, il mister più bersagliato dalla Gialappa’s Band risponde come segue: “Mi rifaccio a quanto diceva un filosofo – il sommo Clint Eastwood, ndr – ‘Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le sue‘. Delle critiche non mi importa nulla”.

Grande Trap, insomma. Dipendesse da me, non ci penserei mai e poi mai a dargli il benservito solo per un paio di impulsive trasgressioni all’etichetta, e sono sicuro che percentuali bulgare di appassionati sportivi la pensano allo stesso modo. Come mai? Eppure, diciamolo chiaramente, non saremmo tutti così indulgenti e comprensivi nei confronti di qualcun altro, di chiunque altro. Perché, allora, chiudiamo un occhio – e pure tutti e due – se si parla di Giovanni Trapattoni da Cusano Milanino? Le ragioni sono tantissime. Vediamone alcune:

– perché il Trap è il Trap;
– perché in un calcio di nani e ballerine lui è un uomo. Scusate, un Uomo;
– perché può commettere un errore, come tutti, ma in compenso dice un sacco di cose azzeccate e pertinenti. Con altri commentatori, di solito, succede esattamente il contrario;
– perché il Trap è il Calcio;
– perché il Trap è lo Sport;
– perché il Trap unisce tutti, lo juventino e l’interista, il rosso e il nero, il Nord e il Sud;
– perché il Trap è l’Italia, quella di cui siamo tutti orgogliosi, quella che viene imitata in tutto il mondo e che vince facendosi un mazzo così;
– perché il Trap è un valore;
– perché gli vogliamo bene.

Detto questo, come si fa a pensare di far fuori uno come il Trap? Possibile che si possa arrivare a tanto per così poco? Ma porca puttana!

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *