Nadia Gambino
No Comments

Juve-Napoli con vista scudetto. Ecco i sei giocatori che possono fare la differenza

Juve-Napoli con vista scudetto. Ecco i sei giocatori che possono fare la differenza
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Juve-Napoli si avvicina, sabato si giocherà la sfida più attesa della stagione. Gli occhi dei tifosi saranno tutti puntati sullo Juventus Stadium. Chi vince si aggiudica un pezzo di scudetto, perchè anche se il campionato è ancora lungo, i tre punti significherebbero sorpasso in caso di vittoria Juve, quindi quindicesima vittoria consecutiva, oppure, partenopei a +5 in caso di vittoria del Napoli. Ecco perchè la sfida è un piatto goloso per tutti i tifosi, ecco perchè in campo, scenderanno, ne siamo sicuri 11 leoni, pronti a mangiarsi l’avversario per far bottino pieno. La rincorsa juventina è stata esaltante. Dopo un avvio di stagione negativo i bianconeri sembravano spacciati, ma le 15 vittorie di fila hanno proiettato a -2 gli uomini di Allegri. Una grande cavalcata che fa della Juve la regina del campionato insieme agli uomini di mister Sarri, che hanno espresso fino a questo momento il calcio più brillante. Ma chi può far pendere l’ago della bilancia a favore dell’una o dell’altra squadra? Vediamo di seguito i tre giocatori della Juventus ed i tre del Napoli che potrebbero fare la differenza.

Higuain – non potevamo non partire da lui. Il re del gol, 24 reti in altrettante partite. L’attacco sarà affidato a lui, che fino ad ora sta trascinado il Napoli verso un sogno. Battere la Juve significherebbe scucire una fetta di scudetto dalle maglie bianconere, ma l’impresa allo Stadium, un vero fortino difficile da espugnare, è dura. Ci vorrà il miglior Pipita per continuare ad inseguire il sogno.

Reina – uno dei migliori portieri del campionato, nonché leader fuori e dentro gli spogliatoi. Ama Napoli e Napoli ricambia. Ha lanciato il guanto di sfida a Buffon e scaldato i guantoni con i quali tenterà di tenere inviolata la rete contro l’attacco juventino in gran forma.

Sarri – primo anno a Napoli e già protagonista del duello per lo scudetto. Meglio di così l’allenatore ex Empoli non poteva cominciare. Se il Napoli vola, gran parte del merito è suo, del suo gioco, delle sue idee. Ha contribuito alla rinascita del capitano Hamsik e al risveglio di Higuain rimontando una squadra che sembrava persa dopo l’addio di Benitez. Ha raccolto il materiale grezzo facendolo diventare diamante, la sua punta è Insigne, uomo assist e uomo gol, tornato all’idillio con i tifosi dopo un periodo di appannamento. Dal modo in cui Sarri, preparerà questa partita dpenderanno vittoria o sconfitta.

Per la Juventus, invece il primo uomo chiave della gara non può essere che lui:

Dybala – con i suoi gol ed i suoi assist ha saputo invertire la rotta della vecchia signora. Si piazza secondo davanti all’irragiungibile Higuain con 14 reti, tanto pesanti da far dimenticare Tevez. Ormai le chiavi dell’attacco le ha lui, intorno al quale ruotano Morata e Zaza.

Pogba – il centrocampo è suo. È lui uno dei simboli di questa Juve ringiovanita e scatenata. Il periodo più brutto della Juve è coinciso con il periodo più brutto di Paul. Qualcosa vorrà dire. E adesso il primo a credere nel quinto scudetto consecutivo è proprio il gioiellino bianconero, che crede nel successo e nel sorpasso al Napoli.

Buffon – gli anni passano, ma il capitano resta sempre una saracinesca chiusa difficile da abbattere per tutti gli avversari. La sua difesa è la migliore del campionato, la meno perforata, ma sabato dovrà fare i conti con il miglior attacco. Leader e faro della squadra, Buffon proverà a chiudere la porta in faccia ad Higuain.

Vincerà la miglior difesa, quella della Juve, solo 15 gol subiti o il miglior attacco, quello del Napoli, 53 gol fatti?

Nadia Gambino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *