Redazione
No Comments

Ci pensano tutti, ma guai a dirlo ad alta voce

Ci pensano tutti, ma guai a dirlo ad alta voce
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Parlare di scudetto a Napoli è ancora impensabile, anche se gli azzurri vanno fortissimo da mesi e sono primi in classifica a pochi giorni dalla super sfida con la Juve. Otto lettere e tre sillabe innominabili quasi quanto il mago cattivo Voldemort nella saga di Harry Potter.

Esagerato? Non per Vincenzo, assiduo frequentatore di un centro scommesse in zona Tribunali, nel cuore della città. L’espressione diventa serissima appena la parola proibita viene pronunciata: “Tornate a maggio per le interviste e ne riparliamo”, dice ad Agipronews dileguandosi con lo sguardo nervoso. Nessuno vuole parlare, sugli schermi c’è il Palermo che ha appena segnato un gol e i presenti ne approfittano: “Lo scudetto lo vincono loro”, scherzano per un attimo, prima di chiudersi, anche loro, in un no comment ostinato.

La scaramanzia regna quasi ovunque, eppure i dati dei bookmaker raccontano una storia diversa. Magari è proibito parlarne, ma intanto Sarri e i suoi sono la squadra più gettonata dai residenti in città e in provincia nelle scommesse sullo scudetto. La spietata imparzialità dei numeri raccolti da Microgame, alla faccia di tutte le superstizioni, dice che il Napoli ha più del 36% delle preferenze contro il 10% della Juve (a livello nazionale le puntate sugli azzurri arrivano appena al 15%, quelle sui bianconeri al 27%) e solo la Roma riesce a competere, con una percentuale leggermente più bassa. Un duello, quello dei numeri, iniziato in momenti diversi: mentre i giallorossi hanno conquistato la gran parte delle loro giocate a inizio campionato, dopo l’ottimo avvio, il Napoli ha carburato dopo qualche giornata, conquistando giocate e portando la quota da 10,00 a 1,95 (a un passo dai bianconeri, ora a 1,85).

Il cammino a rilento in avvio di stagione ha raffreddato l’entusiasmo, nessuno puntava sul Napoli e nemmeno su Higuain capocannoniere – raccontano Antonio e Fortunato, gestori di un altro centro scommesse a via San Sebastiano – Poi dalla vittoria contro la Juve la squadra ha iniziato a decollare”.

A Piazza Dante, alla fine, troviamo chi finalmente ci conferma a bassa voce lo scenario descritto dai dati: “Certo che ci crediamo – ci confida Michele, in un momento in cui la sua ricevitoria è deserta e può parlare liberamente – Tutti scommettono sul Napoli, tantissimi hanno già puntato e vinto sul titolo d’inverno”. Ma è solo un attimo, prima di tornare a indossare la maschera: “Però non dico nulla sulla partita con la Juve, fatemi conservare almeno un briciolo di scaramanzia”.

Sudditanza psicologicaI 5 Napoli, hai vinto tu: urlo della città, brivido RealTotò, Tuttosport e la cazzimma: gioco del ca...lcio
Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *