Enrico Steidler

Valdesi: l’unione civile fra Chiesa e Umanità

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Toh, ci sono dei cristiani che vanno d'accordo con Cristo...

Misericordiosa – a parole – l’una, tollerante – nei fatti – l’altra. Convivente a fatica la Chiesa cattolica (scommettiamo che la sua ‘love’ story con la misericordia giubilare, per quanto ridotta a carità pelosa, è destinata a consumarsi in breve e senza generare frutti?), felicemente sposata quella valdese. Insomma: sembra impossibile, abituati male come siamo, ma far parte di una chiesa e vivere in pace con gli altri si può.

LA LIETA NOVELLA – Prendete la questione dei matrimoni gay e della stepchild adoption, ad esempio: mentre i cattolici partono per l’ennesima crociata e combattono con cieco furore la loro battaglia contro i diritti civili (battaglia persa, naturalmente, perché certi anatemi possono rallentare il corso della storia ma non fermarlo), i valdesi onorano il pulpito e lanciano un messaggio carico di comprensione e di tolleranza: in una parola, di ‘umanità‘. Roba autentica, quindi, mica marketing.

QUESTO MATRIMONIO S’HA DA FARE “La chiesa è il luogo dove si incontrano le persone che ritengono di essere chiamate da Dio stesso, che tu sia etero, che tu sia omosessuale, che tu sia lesbica tu hai il tuo posto nella comunità – dice il Pastore valdese Giuseppe Platone al Fatto Quotidiano – In Cristo non c’è né maschio né femmina ma siamo tutti ‘uno’ in Cristo Gesù. Noi come Chiesa valdese non pretendiamo di dettare al parlamento che cosa deve fare o non fare. Come cittadini di questa repubblica riteniamo che siamo già molto in ritardo rispetto al riconoscimento delle coppie che si amano, che vogliono vivere insieme; quindi è un problema di ritardo di coscienza civile.

Nella Bibbia si parla soprattutto di ciò che costituisce il matrimonio, e cioè l’amore, l’amore tra due persone, e questa è la cosa più importante. Abbiamo avuto nel corso di un culto – prosegue il religioso milanese – un momento molto positivo di benedizione di una coppia, Ciro e Guido, che ci hanno chiesto di potersi alzare in piedi e di dire davanti a tutti noi ci amiamo, noi vogliamo stipulare un patto di amore e di solidarietà tra di noi ed è stato un momento molto forte.

Non credo che sia giusto che una chiesa cristiana, qualunque essa sia, detti legge sulle donne, sulla famiglia, soprattutto da parte di maschi che non sono sposati… Questi hanno fatto della famiglia un feticcio, un’arma contro gli altri: questo è terribile. Qui si sta cavalcando, in questa Italia lasciatamelo dire clericale, una visione delle cose che è lontana dalla realtà e che non ha radici bibliche”.

Eugenio Bernardini

Eugenio Bernardini

ADOZIONE, PERCHE’ NO?“Se io ho capito bene la proposta – osserva il Pastore Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, alludendo al ddl Cirinnà e alla Stepchild adoption – si tratta di riconoscere una situazione di fatto. C’è già qualcuno, un bimbo, due bimbi, bimbe, che vivono in una famiglia – e io la chiamo ‘famiglia‘ – in cui c’è un genitore biologicamente genitore di uno o più figli, che ha un compagno o una compagna che non è genitore biologico dei suoi figli. Se è dello stesso sesso oggi non è possibile un’adozione. Ecco, se la legge Cirinnà dice che regolamenta una situazione che di fatto esiste, cioè c’è una compagna o compagno che comunque assiste, partecipa all’educazione di figli o figlie del suo o della sua compagna, perché no? E’ un’assunzione di responsabilità – conclude Bernardini parlando con Valentina Calloni di ‘Indro’ – è una stabilizzazione di una situazione di fatto. Se veramente Cirinnà dice questo, io personalmente dico ‘perché no?’. Invece se vuole fare qualche altra cosa o le intenzioni sono altre, allora è legittimo avere qualche preoccupazione e chiarire meglio le cose”.

Ok, tiriamo le somme: c’è una chiesa che ringhia e una che sorride, c’è chi usa la famiglia come un’arma contro gli altri e chi la riconosce ovunque ci sia amore. La cristianità è salva, quindi: peccato solo che i valdesi siano poche migliaia e i cattolici tanti milioni, ma va bene così. Sembra poco, ma in realtà è tanta roba.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *