Enrico Steidler
No Comments

Dio è alla frutta: fate largo al “Qualcoso”

Dio è alla frutta: fate largo al “Qualcoso”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sarà che in Terra, così come in Cielo, non c’è nulla di eterno; sarà anche, forse, perché i suoi sedicenti rappresentanti ne hanno deturpato l’immagine in modo ormai quasi irreparabile, e che la sua stessa Suprema Indifferenza nei confronti di noialtra poltiglia sofferente di sicuro non giova alla sua eternità, ma sta di fatto che Dio se la passa davvero male. Non è “morto”, come canta Guccini, e tuttavia il sospetto che si tratti di una creatura mantenuta in condizioni di vita artificiale – da chi o da cosa non si sa – diventa ogni giorno più fondato. Un accanimento terapeutico, insomma, considerando la ragguardevole età del paziente (i millenni passano per tutti, non c’è santo che tenga) e del suo messaggio rivolto al gregge (risale ai pastori semianalfabeti dell’età del bronzo, e si vede).

Una legge della fisica però, cioè dell’unica cosa che resiste all’oltraggio del tempo, vuole che uno spazio vuoto – o che si sta svuotando del suo originario contenuto – venga subito riempito da qualcos’altro, e infatti è proprio quello che sta succedendo con il buon vecchio e caro Dio. “Cioè, vedi, io non credo nel Dio della Chiesa, ma credo che ci sia ‘qualcosa’, questo sì”. Ecco, in poche parole, qual è la divinità che si sta rapidamente sostituendo al morituro ectoplasma: il ‘Qualcoso‘, e i suoi innumerevoli seguaci li ritrovate ovunque, sotto il casco asciugacapelli del parrucchiere, ad esempio, così come sulle cattedre delle più prestigiose università.

Aderire al ‘Qualcosesimo‘, in effetti, porta molti vantaggi: innanzitto il Qualcoso, essendo tale, è indifferente per definizione, e quindi non delude le aspettative di nessuno. Ma c’è di più: Egli non sbircia sotto le vostre lenzuola, non vi dice cosa dovete e cosa non potete fare, non vi affligge con la prospettiva di supplizi orrendi e non gliene frega niente di piantare la sua bandiera sulla vostra anima. Insomma, il Qualcoso ha un pregio straordinario: si fa gli affari suoi, e di questi tempi è una dote molto rara e apprezzata. E poi è simpatico, diciamolo, perché ci somiglia molto di più rispetto a certi modelli irraggiungibili. Lui, in fondo, è uno di noi, ed è per questo che ci capisce. E ci asseconda. Altro che quel vecchio brontolone vendicativo.

E ora che fine faranno la morale, la giustizia e la stessa umanità?… si chiedono allarmati i superstiti della vecchia religione. Tranquilli: se sono sopravvissute a Dio, col Qualcoso sarà una pacchia.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *