Luigi Fontana
No Comments

Quando essere Campioni d’Inverno non significa tricolore…

Nella maggior parte delle volte, chi vince il titolo d'inverno è Campione d'Italia. Ecco i casi recenti in cui non è stato così...

Quando essere Campioni d’Inverno non significa tricolore…
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Napoli Campione d’Inverno, Napoli su di giri. La squadra di Maurizio Sarri ha giocato un girone d’andata meraviglioso, caratterizzato da un gioco verticale e molto veloce, una grinta che mai si era vista all’ombra del Vesuvio e, particolare non da poco, un Higuain in versione Terminator, capace di realizzare 17 gol in 19 partite e trascinare per mano la squadra partenopea alla vittoria del girone d’andata.

Nella maggior parte dei casi, chi si laurea campione d’inverno, alla fine porta a casa il tricolore. I tifosi azzurri, scaramantici fino al midollo, leggendo questa frase non avranno esitato a grattarsi, ma ci sono state delle occasioni in cui essere campioni a gennaio non ha portato alla vittoria vera, definitiva, a maggio. Analizziamo i casi più recenti.

SERIE A 1998-1999 – La grande occasione della Fiorentina di Trapattoni, che a Gennaio vince il girone d’andata con un grandissimo Batistuta (proprio come Higuain). Nel girone di ritorno, però, i toscani perdono il loro bomber a causa di un infortunio (altra grattata d’ordinanza per i napoletani) ed Edmundo, volato in Brasile per il Carnevale di Rio. A spuntarla alla fine sarà il Milan di Zaccheroni, dopo un’incredibile rimonta nelle ultime giornate sulla Lazio di Eriksson.

SERIE A 1999-2000 – L’anno successivo, la Lazio si prende la sua rivincita, ma non sul Milan, bensì sulla Juventus di Carlo Ancelotti. I bianconeri si laureano Campioni d’Inverno, con un punto di vantaggio sui biancocelesti. Nel girone di ritorno il distacco sale addirittura a 9, per poi scendere a 5 nelle ultime 3 partite. Decisivi furono gli scivoloni a Verona e Perugia, con la Lazio che conquistò il suo terzo scudetto proprio sul gong.

SERIE A 2001-2002 – Due anni dopo, anche la Juventus ottenne lo scudetto all’ultima giornata. Molto probabilmente uno dei tricolori più belli della storia di Madama. La Roma si laurea Campione d’Inverno davanti all‘Inter, conquistando il simbolico titolo proprio all’ultima curva del girone d’andata. Alle due squadre si aggiunse la Juve e la lotta durò praticamente fino alle ultime giornate, quando però il tricolore era quasi arrivato a Milano. La sconfitta interna clamorosa del 5 maggio contro la Lazio, però, permise alla squadra di Lippi, vittoriosa a Udine, di conquistare il 27° tricolore della propria storia.

SERIE A 2003-2004 – Il precedente più recente: alla fine del girone d’andata la Roma è campione d’inverno assieme al Milan, ma nel girone di ritorno i rossoneri infilano un filotto di vittorie che fa crollare la squadra di Capello a -6. Nello scontro diretto decisivo, Shevchenko decide dopo un solo minuto di gioco e Ancelotti si laurea per la prima volta Campione d’Italia.

@luigifontana24

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *