Davide Luciani
No Comments

7 cose che non sapevi su Jonathan Calleri

7 cose che non sapevi su Jonathan Calleri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Jonathan Calleri è stato uno dei nomi di spicco di questo calciomercato. L’argentino, ex compagno di Tevez al Boca Juniors, è stato seguito dall’Inter e dal Palermo, ma, alla fine, è finito all’Atletico Mineiro, a causa delle manovre del fondo d’investimento che ne detiene il cartellino.
Ecco sette curiosità sull’attaccante argentino.

7)  NIPOTE DI FABBRI
Calleri è nipote di Nestor Fabbri, difensore argentino con 21 presenze in nazionale (e la partecipazione a Italia90) e 117 presenze (con 13 gol) nel Boca Juniors. Fabbri ha giocato per cinque stagioni in Francia tra Nantes (1998-2002) e Guingamp (2002-2003).

Nestor Fabbri, zio Calleri

6) SAMPDORIA NEL DESTINO
In comune con Icardi, Calleri ha…la Sampdoria. A rivelarlo al grande pubblico è stato, infatti, il Torneo di Viareggio del 2013 con cui partecipò con la maglia dell’All Boys. L’unica rete siglata in quella manifestazione fu proprio ai blucerchiati.

5) 300.000 DOLLARI
Il primo trasferimento di Calleri, quello che lo portò dall’All Boys al Boca, costò 300.000 dollari. Quella cifra non è mai stata sborsata perchè faceva parte di un debito esistente tra le due società. Nel suo primo club arrivò, invece, dopo la “raccomandazione” dello zio Nestor.

Calleri, attaccante inseguito dall'Inter

Calleri, attaccante inseguito dall’Inter e dal Bologna

4) PRIMO GOL CON…ESONERO
Il primo gol di Calleri con la maglia del Boca è nella sconfitta degli Xeinezes peer 3-1 contro l’Estudiantes del 28 agosto 2014. Quella data, però, è ricordata soprattutto per essere stata l’ultima di Carlos Bianchi sulla panchina del club. Il giorno dopo quella sconfitta, infatti, il leggendario tecnico dei gialloblù fu esonerato, ponendo fine alla sua terza avventura alla “Bombonera”.

3) ANCHE ALA
Calleri è una punta la cui posizione in campo è ancora in via di definizione. in carriera ha giocato prima, seconda punta, ma anche ala nel 4-2-3-1. Oltre ai gol infatti, la sua tecnica gli permette di essere anche un discreto assist man.

2) SELFIE COL PAPA
Qualche tempo fa, Calleri è stato in Italia per avviare le pratiche per la cittadinanza italiana.  Nell’occasione ha incontrato il Papa e si è scattato un selfie con lui. Inutile dire che la foto è diventata virale.

Selfie Calleri Papa

1)  SMACCO A TEVEZ
Nella gara che segnava il ritorno di Tevez alla “Bombonera”, Calleri ha rubato la scena al Re: contro il Quilmes, infatti, il 18 luglio 2015, ha messo a segno un gol in rabona, considerato tra i più belli di sempre in Sudamerica.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *