Francesco Sessa
No Comments

10 motivi per amare Higuain

L'uomo che può davvero far sognare Napoli e il Napoli, il fenomeno che mancava sotto il Vesuvio dai tempi di un certo Diego Armando Maradona

10 motivi per amare Higuain
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Pipita, l’oro di Napoli. Semplicemente, Gonzalo Higuain, autore di un inizio di stagione da stropicciarsi gli occhi in continuazione. L’uomo che può davvero far sognare Napoli e il Napoli, il fenomeno che mancava sotto il Vesuvio dai tempi di un certo Diego Armando Maradona. Higuain è sempre più l’idolo dei tifosi azzurri: vediamo 10 motivi per amare Gonzalo Higuain

CECCHINO – 18 presenze, 16 gol. Questi i numeri di una prima metà di stagione pazzesca del Pipita con la maglia del Napoli. Uno dei più forti attaccanti sotto porta attualmente in circolazione.

Credit Bwin

Credit Bwin

IN TUTTI I MODI – La caratteristica che rende Higuain un giocatore unico è la capacità, nonostante sia un numero 9 per eccellenza, di segnare in quasi tutte le maniere possibili. Destro, sinistro, di testa, sotto porta, da fuori area, dal dribbling, da smarcamento: non c’è gol che l’argentino non possa segnare e che non abbia segnato.

TUTTO IL RESTO – Ridurre Higuain ad un semplice goleador è assolutamente troppo riduttivo. Come non considerare i movimenti, gli assist, le sponde che contraddistinguono il suo modo di giocare anche per gli altri?

UNA CITTA’ AI SUOI PIEDI – Partita dopo partita, Higuain sta diventando sempre più l’idolo di una tifoseria e di una città intera. Nei suoi piedi arrivano le suppliche, le preghiere, le speranze di un popolo, che venera il numero 9 come un santo. Come l’uomo che può fare la storia.

CAPO ULTRAS – L’immagine di Higuain che intona i cori della curva napoletana dopo la vittoria contro Inter ha fatto breccia nel cuore di molti, non solo napoletani. Perchè il leader si vede anche in queste cose.

NESSUNO COME LUI – Che piaccia o no, Higuain in questo momento è il giocatore più forte della Serie A. Non può non essere amato dai suoi tifosi, che hanno il dovere di coccolarlo e di essere orgogliosi di averlo in squadra.

NAZIONALITA‘ – Da Maradona a Higuain: una stessa bandiera, una stessa maglia. Se sarà la stessa Storia, saranno il campo e il tempo a stabilirlo: quel che è certo è che la stessa nazionalità del Pibe de Oro non può che rendere Higuain l’uomo che può riscrivere, nella stessa lingua di Diego, la storia del Napoli.

CHE PAURA – Le possibilità che Higuain lasciasse Napoli in estate dopo la mancata qualificazione dei Partenopei in Champions League sono state altissime. Il malcontento era tanto, ma nonostante ciò il Pipita ha deciso di restare: come può un tifoso napoletano non mostrare gratitudine e amore verso l’argentino?

SARRI – Il rapporto che si è instaurato tra il fenomeno Higuain e il novello Sarri è qualcosa di splendido. “Sono restato grazie alle sue parole” ha dichiarato più volte l’argentino. Non importa chi hai davanti, importa che cosa ti sa trasmettere. Higuain dalla sua grandezza ha capito questo, e si è messo al servizio del “provinciale” Sarri. Una dimostrazione di umiltà fuori dal comune.

Messi è l'uomo copertina della Copa América

Higuain come Messi nella storia dei Mondiali

COME MESSI… – Come Leo Messi, Higuain è il quinto miglior marcatore argentino nella storia dei Mondiali con 5 reti. Tra i grandi ci è già arrivato.

Francesco Sessa

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *