Francesco Sessa
No Comments

10 motivi per amare Marcelo Brozovic

Idolo dei tifosi e dei compagni sui social network, sta conquistando il mondo nerazzurro non solo per le sue prestazioni in campo

10 motivi per amare Marcelo Brozovic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Marcelo Brozovic, 23 anni, è una delle rivelazioni di questa stagione nerazzurra. Pur partendo, spesso inspiegabilmente, dalla panchina, il suo contributo per la causa nerazzurra in questo girone d’andata è stato fondamentale con due gol all’attivo in Serie A e uno in Coppa Italia. Idolo dei tifosi e dei compagni sui social network, sta conquistando il mondo nerazzurro non solo per le sue prestazioni in campo. Vediamo i dieci motivi per cui Brozovic si fa amare dai suoi tifosi e non:

SPAVALDERIA – Indubbiamente Marcelo ha tra le sue caratteristiche quella di non aver paura di niente e di nessuno. La timidezza la si trova altrove, sia in campo che fuori.

DUTTILITA‘ – Passando al suo valore nel rettangolo di gioco, Brozovic è indubbiamente il giocatore più duttile di tutta la rosa nerazzurra, potendo coprire all’occorrenza praticamente tutti i ruoli del centrocampo. Giocatori del genere sono merce rara, rarissima.

GOLASSO – Udinese-Inter 0-4, perla di Brozovic sotto l’incrocio del secondo palo. Tre giorni dopo, Inter-Cagliari di Coppa Italia, 3-0, gol-fotocopia (quasi più bello del precedente) del croato. Non solo quantità, ma anche una qualità pazzesca.

CIUFFO – Quando alla presentazione con la maglia nerazzurra Brozovic si presentò con un ciuffo biondo che a guardarlo venivano i brividi, tutti abbiamo pensato: “O diventa un idolo o diventa un bersaglio facile, quasi scontato“. Inutile dire che strada abbia intrapreso.

QUANTO MANCA? – Inter-Frosinone, sul 3-0 Brozovic entra al posto di Icardi. “Quanto manca?” chiede al Team Manager. “Due minuti” è la risposta. “Allora faccio in tempo a segnare”. Detto, fatto.

CHE RISCHIO – Il rischio che Brozovic andasse sull’altra sponda del Navigio è stato elevato. L’abilità di Ausilio ha fatto si che il croato vestisse la casacca nerazzurra, aspetto che lo rende ancora maggiormente un gioiellino che i tifosi nerazzurri coccolano e si tengono stretto.

NIENTE RUMORE – Molte volte ci si chiede: “Perchè Brozovic spesso parte dalla panchina?“. Probabilmente se lo chiede anche lui. Ma non per questo fa proclami, esagera o esprime il proprio dissenso. Quando viene chiamato in causa, che sia dalla panchina o dall’inzio, il croato fa il suo: gioca, lotta, delle volte segna. Il tutto nel più tranquillo e sereno degli atteggiamenti.

SOCIAL – Molto attivo sui Social, Brozovic ha spopolato su Instagram e Facebook prima di dimostrare il suo vero valore sul campo. I suoi profili ufficiali hanno regalato e regalano il sorriso a chi ne ha bisogno.

#EpicBrozovic

Marcelo Brozovic, fenomeno social

#EPICBROZO – Da fenomeno dei social a esultanza di tutta la squadra. L’hastag #EpicBrozo ha conquistato la rosa e il popolo nerazzurro, divenendo un elemento unificante tra la squadra e i tifosi che non può che far bene per il proseguio della stagione.

EPIC SBRONZO – E’ di pochi giorni fa che la notizia che Brozovic è stato trovato ubriaco al volante durante le vacanze in Croazia. Qualcuno potrebbe storcere il naso, ma un sorriso, conoscendo il personaggio, sorge spontaneo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *