Connect with us

Prima Pagina

Londra 2012, Ye Shiwen più veloce di Phelps e Lochte. Dagli Usa: “E’ doping”

Pubblicato

|

LONDRA, 31 LUGLIO – Gli americani non ci stanno. La sorprendente vittoria della cinese Ye Shiwen nei 400 misti sta sollevando parecchie domande e perplessità. Il tempo realizzato di 4’28“43 con tanto di oro olimpico e record non convince in USA, a maggior ragione se paragonato a quelli di due mostri sacri come Phelps e Lochte. Le insinuazioni non sembrano comunque turbare la ragazza: La squadra cinese rispetta rigorosamente le politiche antidoping, non c’è nessun problema”.

YE COME MICHELLE SMITH? – Il primo a gettare ombra sulla vittoria della Shiwen è stato John Leonard, direttore esecutivo della World Swimming Coach Association e della Usa Swimming Coach Association: “Dobbiamo esser prudenti quando parliamo di doping. Ma nella storia del nostro sport quando vediamo qualcosa di “incredibile”, e metto incredibile tra virgolette, la storia ci mostra che c’entra il doping”, ha detto Leonard al Guardian: “Quegli ultimi cento metri, a gente che lavora in questo settore da anni, ricordano le nuotatrici dell’Europa dell’est. Ricordano i 400 misti di Michelle Smith a Atlanta”. L’atleta irlandese vinse i 400 misti ad Atlanta 96 e dopo due anni si beccò una squalifica di quattro anni per l’utilizzo di doping.

RECORD E COMPLIMENTI –  Gli ultimi 50 metri (28“93), in particolare, sono stati più veloci di 0“17 rispetto a quelli nuotati dallo statunitense Ryan Lochte nella prova maschile. Lo stesso nuotatore, fresco vincitore dell’oro maschile, ha ammesso la superiorità della giovane nuotatrice:  “E’ impressionante. E’ veloce e se avesse nuotato con me, mi avrebbe battuto”.

ALLENAMENTI CON BASE SCIENTIFICA – Molto spesso però “non è tutto oro quello che luccica”. Così, Ye è quasi costretta a dover giustificare il suo tempo: “Ci alleniamo molto bene, con una base scientifica. Per questo motivo abbiamo migliorato tanto”. 

Michele Lestingi

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending