Luigi Fontana

Juve, attenzione alla prima dell’anno

Juve, attenzione alla prima dell’anno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La partita con il Verona rappresenta un passaggio fondamentale per la Juve. Anche Allegri lo sa e carica i suoi

Massimiliano Allegri tiene la concentrazione alta in vista di Juve-Verona, e fa assolutamente bene. Il tecnico dei bianconeri sa benissimo che la prima partita dell’anno è un match fondamentale per continuare ciò che è stato fatto negli ultimi due mesi del 2015, ma anche perché queste sono le classiche partite-trappola in cui non si deve assolutamente cadere.

ATTENZIONE AL VERONA Ultimo in classifica, solo 7 punti, un cambio allenatore che sembra non aver dato i frutti sperati. Il Verona di Gigi Delneri ha praticamente tutto contro: sono proprio questi i casi in cui, se la partita non viene presa con il piglio giusto, può esserci la sorpresa. Gli scaligeri, inoltre, si trovano praticamente in una condizione da dentro o fuori: o iniziano a fare punti, oppure la loro retrocessione è già segnata. Arriveranno, quindi, allo Juventus Stadium con il coltello tra i denti e un allenatore con il dente avvelenato per quanto successo nella stagione sulla panchina della squadra Campione d’Italia. Parola d’ordine, pertanto, concentrazione.

Icardi Juve-Sampdoria 1-2

Era il 6 gennaio 2013. Icardi realizzò una doppietta e condannò la Juventus alla seconda sconfitta casalinga della stagione

PRIMA COMPLICATA Storicamente, la prima partita dell’anno non va tanto giù alla Juventus. Negli ultimi 3 anni, soltanto una volta è arrivata la vittoria (3-0 con la Roma, che diede il là alla fuga per l’ultimo scudetto di Conte), mentre in altre due occasioni ci sono stati un pareggio e una sconfitta. L’anno scorso, il gol di Icardi pareggiò quello di Tevez, e proprio l’argentino mancò due volte (facendo andare su tutte le furie Osvaldo) la rete del vantaggio. Tre anni fa, paradossalmente, fu proprio lo stesso Icardi a castigare i bianconeri a domicilio, con la maglia della Sampdoria. Dopo l’iniziale vantaggio di Giovinco, una sua doppietta fece cadere per la seconda volta in pochi mesi la squadra di Conte allo Stadium.

TESTA E GAMBE Stare concentrati e giocare bene tecnicamente. L’ha ordinato Allegri. Basterà questo per battere il Verona e per prolungare la serie di vittorie consecutive che ha riportato la Juve in alto e che sta facendo sognare a tutti i tifosi bianconeri una rimonta dal sapore di scudetto.

(@luigifontana24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *