Roberto Cusimano
No Comments

Le 5 partite da non perdere del mercoledì calcistico

La Serie A torna e lo fa proponendo subito il derby tra Genoa e Sampdoria. Domani in campo tutte le altre ma si gioca anche all'Estero...

Le 5 partite da non perdere del mercoledì calcistico
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo un’attesa lunga ben sedici giorni questa sera torna la Serie A. “Finalmente” esclameranno i tifosi di tutta Italia che tuttavia durante la pausa natalizia non sono rimasti totalmente all’asciutto poiché sia in Premier League che in Liga si è giocato e le emozioni non sono di certo mancate. Ma molti di noi avranno pensato più che altro a mangiare piuttosto che guardarsi partite straniere e il countdown era programmato proprio per le 20:45 di stasera, momento in cui inizierà la 18^ giornata con l’atteso derby Genoa-Sampdoria. Domani tutte le altre gare e non solo, in Inghilterra e in Spagna infatti sarà un mercoledì di coppa con partite altrettanto interessanti che sarebbe un peccato perdersi. Vediamo dunque le cinque gare che vi consigliamo di vedere assolutamente.

GENOA-SAMPDORIA – Partita fondamentale per entrambe le squadre. Sarà un “derby della Lanterna” particolare in quanto sia rossoblu che blucerchiati navigano nella parte bassa della classifica e non possono permettersi ulteriori passi falsi. Il Genoa viene addirittura da un filotto di quattro sconfitte consecutive e un’astinenza dal gol che dura oltre trecento minuti. Dall’altro lato ci sarà la Samp di Montella, il grande ex (ha vestito entrambe le maglie), la cui vittoria sul Palermo del 20 dicembre ha dato una boccata di ossigeno a tutto l’ambiente. La classifica dei doriani però rimane pur sempre deficitaria.

STOKE-LIVERPOOL – Facciamo un balzo in Inghilterra per ricordare che questa sera si giocherà pure la prima semifinale della Capital One Cup tra Stoke City e Liverpool. Si prospetta una partita ricca di emozioni quella tra Potters e Reds, i biancorossi infatti nelle ultime settimane hanno battuto nel loro fortino le due squadre di Manchester e il Chelsea dando spettacolo anche nelle gare in cui non hanno vinto. Con Arnautovic, Shaqiri e Bojan da un lato e Coutinho e Benteke dall’altro i gol sono assicurati.

PALERMO-FIORENTINA – I viola domani saranno impegnati sul campo del Palermo di Ballardini, tradizionalmente sempre ostico. La Fiorentina quest’anno ha già collezionato tre sconfitte fuori casa mentre i siciliani soltanto tre volte su nove hanno vinto al “Barbera” ma domani sono chiamati ad una grande prestazione se non vogliono sprofondare maggiormente in classifica. Sarà un grande giorno per Gilardino, che per diverse stagioni ha vestito la maglia dei toscani, e per il nuovo arrivato in casa rosanero Arteaga che sogna il debutto in Serie A.

EMPOLI-INTER  – La capolista inizierà il nuovo anno in trasferta contro l’Empoli, una delle squadre più in forma del campionato (l’ultima sconfitta è datata 8 novembre). I toscani hanno trovato in Giampaolo l’erede ideale di Sarri e mirano ad una salvezza più che anticipata con un piccolo sogno chiamato Europa. L’Inter dal canto suo ne ha perse due nelle ultime cinque di campionato tra cui quella prima di Natale, a sorpresa, contro la Lazio ed è quindi chiamata al riscatto visto che le inseguitrici le hanno messo il fiato sul collo. Sarà di sicuro una gara tutta da seguire, una di quelle che potrebbe causare uno scivolone inatteso.

BARCELLONA-ESPANYOL  – Domani sera scenderà in campo il Barcellona di Luis Enrique per giocare gli ottavi di finale di Copa del Rey contro l’Espanyol, un replay a campi invertiti della gara giocata appena tre giorni fa. Sabato infatti, in campionato, la formazione di Galca è riuscita nell’impresa di bloccare sullo 0-0 i blaugrana che non rimanevano a secco di reti nella Liga da febbraio 2015. Al Camp Nou sarà difficile per l’Espanyol uscire indenne, soprattutto considerando che si tratta di una gara ad eliminazione diretta e che, complice l’eliminazione del Real Madrid, Messi e compagni avranno solo i colchoneros di Simeone come avversario da temere sulla strada che porta alla vittoria del trofeo.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *