Roberto Cusimano
No Comments

I 5 clamorosi scivoloni delle grandi nel giorno della Befana

Fiorentina, Milan, Juventus e non solo: l'Epifania ogni anno miete vittime eccellenti

I 5 clamorosi scivoloni delle grandi nel giorno della Befana
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non sempre la prima gara dell’anno ha riservato soddisfazioni alle big del nostro campionato, anzi se andiamo indietro nel tempo possiamo osservare come ogni 6 gennaio (o comunque ogni prima giornata del nuovo anno) abbia riservato delle sorprese con le cosiddette “piccole” spesso capaci di impattare o addirittura vincere contro squadre di alta classifica. Il motivo? Quello più logico fa pensare alla tendenza al sottovalutare l’avversario oppure si ha ancora la testa alle vacanze oppure ancora non si è riusciti a smaltire per bene il pranzo/cenone di Capodanno. Ironia a parte le grandi hanno steccato più di una volta l’esordio nel nuovo anno e probabilmente questo continuerà a succedere. In attesa di vedere chi sarà la prossima “vittima della Befana”, abbiamo selezionato i cinque scivoloni più clamorosi avvenuti negli ultimi anni. Li condividete?

Juventus-Parma 1-4 (6/1/2011) – Pomeriggio da dimenticare per i bianconeri quello del 6 gennaio 2011. Una partita nata male (infortunio dopo pochissimi minuti di Quagliarella) e continuata sempre peggio in seguito all’espulsione di Felipe Melo che dopo circa un quarto d’ora ha lasciato i suoi in dieci uomini. Protagonista della giornata Sebastian Giovinco, autore di una doppietta. Le altre due reti dei ducali portarono la firma di Crespo e Palladino, a nulla era valso il momentaneo 1-2 di Legrottaglie.

Siena-Lazio 4-0 (8/1/2012) – Non si giocò il giorno dell’Epifania ma corrisponde ugualmente alla prima partita del 2012 per i biancocelesti che uscirono con le ossa rotte dall’Artemio Franchi di Siena grazie ad una prova maiuscola  della squadra allora allenata da Beppe Sannino. Partita chiusa praticamente già dopo 45′ per merito della doppietta di Calaiò e la rete di Destro. Fu lo stesso attaccante marchigiano a firmare il definitivo poker nella ripresa.

Fiorentina-Pescara 0-2 (6/1/2013) – Abbastanza clamoroso fu il tonfo casalingo della Viola di Montella tre anni fa contro il Pescara, alla fine del campionato retrocesso. E dire che guardando il primo tempo nessuno avrebbe scommesso 1 centesimo sul “2” finale poiché Perin, che in quel momento difendeva i pali degli abruzzesi, aveva parato di tutto nel corso dei primi 45′. Il secondo tempo invece si era aperto con la rete di Jonathas su una delle sporadiche azioni offensive dei biancoazzurri, la Fiorentina accusò il colpo e finì col subire anche la seconda rete (targata Celik) in pieno recupero.

Juventus-Sampdoria 1-2 (6/1/2013) – Fino a qualche settimana prima lo Juventus Stadium era rimasto inviolato, poi la prima sconfitta per opera dell’Inter (a novembre) e la seconda proprio il giorno dell’Epifania contro i blucerchiati. Anzi no, contro Mauro Icardi, perché è da quel giorno che lo si può considerare la bestia nera della Juve. La squadra di casa era partita forte come al solito e grazie ad un rigore di Giovinco era passata in vantaggio. Poi nella ripresa l’attaccante argentino rifilò un uno-due micidiale che capovolse il risultato regalando tre punti ai doriani.

Milan-Sassuolo 1-2 (6/1/2015) – Ad un anno fa risale l’ultimo sonante scivolone di una big. In quel caso fu il Milan a perdere in casa contro il Sassuolo di Berardi, autentico trascinatore dei neroverdi. Nonostante la rete in apertura di gara da parte di Poli i rossoneri allenati da Inzaghi non riuscirono a far proprio il match, troppo ben organizzata la retroguardia emiliana per subire gli attacchi di Menez e compagni. Già prima della mezzora Nicola Sansone, servito splendidamente da Berardi, pareggiò i conti e nella ripresa sempre grazie ad un assist del classe ’94 (super ispirato quando vede rossonero) fu Zaza a firmare la rete del successo.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *