Nadia Gambino

Fantacalcio: I 3 stranieri top e 3 flop

Fantacalcio: I 3 stranieri top e 3 flop
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il campionato di Serie A è quasi al giro di boa, mancano infatti solo due giornate alla fine del girone di andata. Chi sarà Campione d’inverno? Mai come in questa stagione c’è stata tanta incertezza in testa alla classifica: Inter, Fiorentina, Napoli, Juve e Roma: 5 squadre in 4 punti per un campionato più che equilibrato.

A spezzare gli equilibri saranno le individualità ed un buon mercato di riparazione.

Intanto vediamo i 3 stranieri top che potranno rompere con la loro classe, qualsiasi equilibrio, fin qui molto labile.

Kalinic – Al primo posto troviamo l’attaccante della Fiorentina, fino ad ora la scoperta più interessante. Il colpo lo ha piazzato Pradè, scoprendo il grande talento di Kalinic e portandolo dal Dnipro a Firenze per soli 5,5 milioni. Un vero affare, dato che il talento viola ha collezionato fin qui 10 reti, secondo solo ad Higuain nella classifica marcatori.

Dybala – Se la Juventus, dopo il disastroso avvio di stagione è riuscita a risalire la china e adesso è a soli 3 punti dalla capolista, gran parte del merito per le sette vittorie consecutive che piazzano i bianconeri terzi in classifica va al talento ex Palermo, Paulo Dybala. L’argentino non sta facendo rimpiangere Tevez, anzi con le sue magie, è volato a quota 8 nella classifica marcatori diventando il perno dell’attacco bianconero.

Liajic – Dopo il divorzio dalla Fiorentina e la non troppo felice parentesi alla Roma, Adem con fatica ma forza di volontà, ha saputo ritagliarsi all’Inter uno spazio tutto suo nonostante la concorrenza di Icardi, Jovetic e Palacio. Ormai è un punto fermo per Mancini e in attesa dei gol degli altri, Liajic si diverte a collezionare presenze e assist dando freschezza e vivacità al reparto avanzato.

Adesso vediamo i tre stranieri flop

Kondogbia – Il derby tra Inter e Milan per portarlo a Milano ha infiammato l’estate. I nerazzurri hanno sborsato ben 40 milioni pur di portarlo ad Appiano e vincere la concorrenza dei cugini. Eppure il francese non ha brillato come ci si aspettava, deludendo tutte le aspettative di società e tifosi. Il centrocampo dell’Inter ha nei due mastini Medel e Melo due pilastri, ma manca la fantasia e la classe in mezzo a tanti muscoli.

Dzeco – Quel gol che servì a battere la Juve, ad inizio di campionato doveva essere il primo di una lunga serie. Invece da lì in poi di Dzeco abbiamo visto poco. Si è sacrificato molto per la squadra, ma ha segnato poco ed i suoi gol sono mancati sia in campionato che in Champions. Il suo è un bottino troppo misero per uno arrivato con la fama da goleador. Il momento no dei giallorossi, inoltre non lo ha aiutato a sbloccarsi.

Hernanes – Il “profeta”, come lo chiamavano nelle stagioni migliori alla Lazio, si è perso dopo il trasferimento all’Inter. Alla Juve lo hanno preso per riempire il posto vuoto da trequartista. Ma quel posto è rimasto vuoto anche quando ha giocato. Inconsistente, inadeguato, mediocre. Hernanes non sembra essere uno da Juve per come ha giocato fin qui.

Nadia Gambino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *