Enrico Steidler
No Comments

Natale: ecco 10 italiani che meritano solo tanto ‘Carbone’

Natale: ecco 10 italiani che meritano solo tanto ‘Carbone’
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“Arriva di nuovo Natale – canta Mina – la gente è più falsa di prima, s’insegna ai bambini a mentire, si aiuta l’ortica a salire…”. Parole sante, verrebbe da dire vista la circostanza, soprattutto se si pensa a quanti bei premi sotto forma di regalo stanno ricevendo anche quelli che meriterebbero di trascorrerlo in ginocchio dietro l’albero. Fra questi, tantissimi purtroppo, ci accontentiamo di segnalarne dieci; forse non sono i peggiori in assoluto, ma come aiutano l’ortica loro, e non solo a Natale, beh, sono davvero in pochi. Grazie al Cielo.

1- Tarcisio Bertone. Alzi la mano chi non conosce il porporato dell’Attico fuggente, quello che io non c’entro, io non ne sapevo nulla, io faccio beneficienza, è tutto un gombloddo. 296 chili di carbone – come i metri quadri del suo dorato superattico ristrutturato coi soldi dei bambini bisognosi – sono il minimo per un benefattore come lui.

Maria Muscarà

Maria Muscarà

2 – Maria Muscarà. E’ la consigliera pentastellata della Regione Campania che lo scorso novembre strappò di mano il microfono al presidente Rosa D’Amelio impedendole di parlare. Se la nostra democrazia è destinata ad andare in malora, la foto che immortala il suo gesto è già un simbolo.

3 – Luca Di Tolve. Carbone a palate anche per il ‘Luca era gay’ di Povia, quel Luca Di Tolve sedicente ex-omosessuale che ha messo su una specie di ‘clinica’ – il Centro di spiritualità Sant’Obizio di Angolo Terme, Brescia – dove si cura, o per meglio dire si converte, chi è affetto dall’“abominio che fa star male Dio”. Costo della ‘terapia’ anti-sodomitica (che consiste in 5 giornate di studio e preghiera): 185 euro. Insomma, pillole sciogli-pancia in salsa Torquemada: le vie del business sono infinite.

4 – Don Alessandro Minutella. Vuoi dare del tu alla Madonna? Vuoi abbeverarti alla sua Fonte benedetta e ascoltare i suoi Messaggi più esclusivi? Allora vola in Sicilia e vai al “Giardino di Maria Piccola Nazareth” di don Alessandro Minutella, il “ministro” scelto da Lei in persona per guarirti dalle “malattie spirituali”. Beh, che aspetti? Vai, prima che la Chiesa – vedi Arcivescovo di Monreale – metta fine ai suoi miracoli low-cost. Ormai ci siamo quasi…

Sabrina Corgatelli

Sabrina Corgatelli

5 – Sabrina Corgatelli. E’ l’anonima serial-killer di animali diventata improvvisamente famosa grazie alle foto – postate su Facebook lo scorso agosto – che la ritraggono sorridente accanto al cadavere delle sue vittime. Alla iena bipede italo-americana riserviamo tanto carbone quanto è il peso complessivo di queste ultime. Moltiplicato per mille, elevato alla nona.

6 – Giovanni Toti. Nessuno metterebbe la tutela dell’infanzia nelle mani di Erode, ma qualcuno (anzi tanti) ha messo la Liguria – regione splendida e fragilissima – in quelle di Giovanni Toti: se non è la stessa cosa ci manca poco. Leggere le sue parole per credere. “La governance deve valorizzare davvero, occuparsi di turismo e dare valore a terre che devono rendere. L’urbanistica è tutela del paesaggio. E se ristrutturo un cottage in uno dei parchi non cementifico, ma riqualifico il parco”. Esatto, come la Corgatelli riqualifica la natura.

7 – Padre Livio Fanzaga. C’è qualcosa di peggio di un religioso che semina odio e terrore? E che lo fa dalla sala di comando di una ‘Morte nera’ camuffata da opera di bene (Radio Maria)? E da quasi trent’anni? “Quello che mi scandalizza – disse un mese fa Darth Vader Fanzaga puntando il suo laser gravitonico contro Nuzzi e Fittipaldi – sono i Giuda di ieri e di oggi, giornalisti cattolici che dicono delle cattiverie, che hanno la lingua e la penna biforcute, è una cosa che mi fa rimettere, che mi fa nausea, mi fanno stomacare. Devo far fatica a pregare per loro perché io li impiccherei quasi quasi”. Chissà cosa ne pensa Maria di tutto ciò.

8 – Beatrice Lorenzin. E chissà che idea si farebbe Ippocrate di un ministro della Sanità che risponde al grido d’allarme lanciato dall’Oms (“Salsicce e carni rosse, soprattutto quelle lavorate, sono cancerogene”) usando le seguenti parole: “Mi sono appena mangiata una bella bistecca. Non bisogna demonizzare gli alimenti”. Mah, chi lo sa. Di sicuro, si può dire tutto tranne che la Lorenzin sia insensibile al tema della salute. Quella dell’industria, naturalmente.

Matteo Salvini

Matteo Salvini

9 – Matteo Salvini. Fateci caso: il segretario della Lega Nord possiede quasi tutti i difetti degli italioti ma neppure una virtù dei padani, a partire dalla serietà. E’ per questo, evidentemente, che piace tanto ai padalioti. ‘Carbonabile’ a vita.

10 – Padre Giorgio Carbone. Nome omen. “La prospettiva di genere – cioè il cosiddetto Gender, ndr – intacca persino la psiche disse qualche mese fa il teologo domenicano noto ‘esperto’ di questioni bioetiche. Ok, quanto carbone merita padre Carbone? Niente, neanche un grammo. Per lui, nel Natale del Giubileo, solo tanta misericordia. Tantissima.

Per non dimenticare. Buon Natale a tutti.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *