Stefano Barchi
No Comments

Mancini non si fida del Frosinone

Nella consueta conferenza stampa prepartita ad Appiano Gentile, Roberto Mancini non nasconde di temere il match con il Frosinone di domani sera a San Siro

Mancini non si fida del Frosinone
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella consueta conferenza stampa prepartita ad Appiano Gentile, Roberto Mancini non nasconde di temere il match con la neopromossa Frosinone di domani sera a San Siro.

Ed afferma:“E’ una gara trappola: Frosinone è tra le più difficili”.

E’ chiaro che il tecnico jesino non si fida del Frosinone, partita solo apparentemente facile sulla carta ma che nasconde numerose insidie per i nerazzurri.

Continua:“Sono le partite più difficili: si pensa che siano semplici, invece presentano molte difficoltà”.

Dal tecnico la partita di domenica sera viene percepita come una trappola, che se non interpretata dai suoi ragazzi nel modo giusto potrebbe diventare un ostacolo anche in vista della sfida contro il Napoli.

Rispondendo alle domande sulla convivenza “difficile” tra Icardi-Jovetic:

“Devono prima giocare insieme, per poi conoscersi meglio e cercarsi in continuazione. Giocano assieme da poco tempo, quindi hanno margini per migliorare”.

E su i continui cambi di formazione:

“Se cambiare ci permette di vincere, sono disposto a farlo sempre. Devo tenere conto di tanti fattori, ma avere tutti sulla corda è un bene perché durante la stagione possono capitare infortuni e squalifiche”.

La probabile formazione:

“Stellone ha già dato la formazione? Intanto bisogna vedere se è vero. Io devo ancora valutare i sudamericani reduci dalle nazionali, posso dirvi soltanto che giocano Handanovic, Nagatomo, Kondogbia e Melo. Ma attenti al Frosinone, è una squadra quadrata che ha messo in difficoltà diverse grandi come Juve, Lazio e Sampdoria. Queste sono le partite più difficili: si pensa che siano semplici, invece  presentano molte difficoltà”.

Pensando al Napoli:

“Dove potrà portarci fare bene con Frosinone e Napoli? Prendiamone una alla volta, contro il Frosinone ci serve l’aiuto del nostro pubblico. Siamo primi in classifica, oltre alle aspettative, anche perché possiamo fare molto di più. Soprattutto in attacco, dove creiamo poco, anzi non finalizziamo abbastanza. Continuare a vincere 1-0 si può, penso anche all’Atletico Madrid di un paio di stagioni fa”.

Stefano Barchi

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *