Giulia Cassini
No Comments

Palazzo Reale apre di sera con una novità

Una scultura ellenistica preziosissima presentata dopo i restauri

Palazzo Reale apre di sera con una novità
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Palazzo Reale a Genova è tra i musei più visitati di questa città che ha saputo riscoprire la sua dimensione culturale e storico-artistica, valorizzandola al meglio ed attraendo grandi numeri. Sabato 21 novembre il Museo di Palazzo Reale sarà straordinariamente aperto dalle ore 20 alle 24 e sarà possibile seguire alle ore 21 una visita guidata, compresa nel costo del biglietto d’ingresso, su prenotazione (tel. 0102710236). All’interno delle sale sarà possibile ammirare le decorazioni, a stucco e ad affresco, i quadri, le sculture, gli arredi e le suppellettili appartenuti alle tre famiglie Balbi, Durazzo e Savoia che vi hanno dimorato nei secoli.

Palazzo Reale e le attrattive di questi giorni

Palazzo Reale courtesy stampa2

Palazzo Reale courtesy stampa

Lungo il percorso sarà possibile visitare la mostra affrescata alla Galleria degli Specchi: “la Tavola Reale della Galleria degli Specchi”, che espone al pubblico i servizi sabaudi ancora presenti a Genova, tra i quali lo straordinario gruppo di argenti francesi della metà dell’Ottocento acquistato a Parigi dalla Real Casa. Inoltre si potrà ammirare una preziosa scultura di età ellenistica, II-I secolo a.C. raffigurante una “Testa virile”, forse Attalo III, re di Pergamo, parte della collezione Durazzo, visibile per la prima volta a Palazzo Reale dopo un lungo e laborioso lavoro di restauro conservativo.
(Biglietto di ingresso al Museo di Palazzo Reale comprensivo di visita guidata: intero 4 euro, ridotto 2 euro, gratis per i minori di anni 18).

PALAZZO REALE- Come spiega l’ufficio comunicazione del Museo, supervisionato dalla capace Laura Cattoni,quello che chiamiamo oggi Palazzo Reale è in realtà una grande dimora patrizia edificata, accresciuta nel tempo e decorata con splendore, oltre che dai Savoia nell’Ottocento, da due grandi dinastie genovesi: i Balbi (che lo costruirono tra il 1643 ed il 1650) e i Durazzo (che lo ampliarono tra la fine del Seicento e l’inizio del secolo successivo). Palazzo Reale è forse il più vasto complesso architettonico Sei-Settecentesco a Genova che abbia conservato intatti i suoi interni di rappresentanza, completi sia delle decorazioni fisse (affreschi e stucchi) sia di quelle mobili (dipinti, sculture, arredi e suppellettili).Le volte dei salotti e delle gallerie sono affrescate da alcuni dei nomi più importanti della decorazione barocca e rococò. Tra gli oltre cento dipinti esposti nelle sale si trovano opere dei migliori artisti genovesi del Seicento insieme a capolavori dei Bassano, Tintoretto, Luca Giordano, Anton Van Dyck, Ferdinand Voet e Guercino. La visita a Palazzo Reale comprende l’atrio monumentale con stucchi settecenteschi, il cortile d’onore, il giardino pensile e l’appartamento nobile al secondo piano con scenografici ambienti di rappresentanza quali la Sala del Trono, il Salone da Ballo e la Galleria degli Specchi. Previa prenotazione è inoltre visitabile l’Appartamento dei Principi Ereditari detto anche del Duca degli Abruzzi fatto allestire dai Savoia al Primo Piano Nobile del palazzo: questo mirabile esempio di appartamento reale conserva ancora intatti arredi, tessuti e decorazioni ottocenteschi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *