Amedeo Bonato
No Comments

Le 5 frasi che dice un interista durante la partita

L'interista medio durante la partita ha i suoi riti, le sue paure e le frasi ricorrenti. 90 minuti intensi e carichi di adrenalina

Le 5 frasi che dice un interista durante la partita
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Di solito bisogna attendere una settimana. Una settimana lunga, che puó essere tranquilla o burrascosa, in base al risultato del turno precedente. Poi arriva il momento. La partita. Pronostici, probabili formazioni, chi sarà il top player e chi il flop di giornata? Sempre le solite frasi, i soliti luoghi comuni che contraddistinguono i 90 minuti del tifoso medio. Abbiamo provato a mettere insieme 5 esclamazioni di un tipo di supporter particolare: quello nerazzurro. Storia, vittorie, delusioni e tanta sofferenza, tutto insieme in un unico momento.

1) “Vedrai che anche questa domenica c’è da soffrire”. Si sa, la sofferenza è la sensazione più comune del tifoso interista. Ormai è abitudine. Anche quelle partite che sembrano chiuse possono riservare le sorprese più incredibili.

2) “Ecco, adesso lo prendiamo”. Il gol ovviamente. Il pessimismo cosmico dell’interista medio c’è sempre e quando arriva il momento difficile subentra la sensazione di stare per subire una rete.

3) “Certo che questo arbitro ce l’ha con noi”. Frase che forse accomuna un po’ tutti i tifosi del mondo. Il direttore di gara non sembra farne una giusta. I precedenti di calciopoli ovviamente hanno fornito l’assist perfetto.

4) “Questo alla Juve l’avrebbero dato”. Di solito è un rigore. Ma puó riferirsi a qualsiasi situazioni di gioco. La fissazione con i bianconeri è abbastanza lampante.

5) “Perché deve mettere Ranocchia proprio adesso?”. Come ultima frase prendiamo spunto da una situazione recente. Ultimamente Mancini schiera Andrea Ranocchia negli ultimi minuti del match, dal momento che la maggior parte delle volte l’Inter è avanti 1-0 e vuole coprirsi con molti difensori. Più che una frase, a tutti viene in mente un unico interrogativo: “Perché?”.

Tifare Inter è sofferenza, non è vincere sempre ma vincere con gusto. Quando si è sempre all’apice e non si tocca mai il fondo, è difficile godersi il momento della vittoria. La partita del tifoso nerazzurro ne è l’essenza: pessimismo e ansia, ma in fondo la speranza che non muore mai.

Amedeo Bonato

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *