Francesco Scafidi
No Comments

Lichtsteiner, il tassello che mancava ad Allegri

Il ritorno di Lichtsteiner fa sorridere mister Allegri, che riscopre una freccia importante nella sua faretra

Lichtsteiner, il tassello che mancava ad Allegri
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il recupero a tempo di record di Stephan Lichtsteiner, in gol al ritorno in campo contro il Borussia Moenchengladbach 32 giorni dopo l’intervento di ablazione al cuore e 41 dopo il malore che lo ha colpito durante Juventus-Frosinone, ha il sapore di qualcosa di miracoloso ed è sicuramente una delle notizie più positive del momento in casa Juve.

IL CALVARIO – Il malessere che lo aveva colpito è stato un fulmine a ciel sereno: il giocatore non ha subito compreso l’entità del malessere, tanto che pensava di poter recuperare dopo un po’ di riposo. Ma era stato ottimista sui tempi perché al primo allenamento si è dovuto di nuovo bloccare. Gli accertamenti e le consulenze specialistiche effettuate nei giorni successivi hanno indirizzato verso una soluzione chirurgica della patologia. E il 2 ottobre Lichtsteiner è stato operato dal professor Gaita, che ha effettuato un intervento di ablazione. Adesso, a 39 giorni di distanza dall’operazione, chi può sorridere sicuramente è Max Allegri, che ritrova un giocatore fondamentale per la sua squadra.

IL TUTTOFARE LICHTSTEINER

L’importanza dello svizzero negli schemi della Juventus è  sotto gli occhi di tutti. Soprattutto dal punto di  vista tattico. Schierandosi con la difesa a quattro, la Juve non ha in rosa un altro terzino. In sua assenza è stato rimpiazzato da Padoin oppure adattando Barzagli sulla fascia, anche se le caratteristiche del roccioso numero 15 non concedono grande spinta offensiva. Nel 3-5-2 di Contiana memoria il neo acquisto Juan Cuadrado non offre le stesse garanzie di Lichtsteiner, soprattutto dal punto di vista difensivo. Il treno svizzero al rientro si è concesso anche la gioia del gol, oltre una partita di grande quantità, omaggiata dagli applausi dei tifosi bianconeri giunti fino a Monchengladbach. Il ritorno dello svizzero è manna dal cielo per la Juventus, in un momento così delicato della stagione dove spesso si giocherà ogni tre giorni e i bianconeri non pososno più permettersi di lasciare punti per strada visto che RomaInter, Fiorentina e Napoli sembrano non sbagliare un colpo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *