Mattia Prina
No Comments

I 3 top e flop di Borussia Monchengladbach-Juventus

I promossi e i bocciati della quarta giornata del girone D di Champions League

I 3 top e flop di Borussia Monchengladbach-Juventus
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Juventus torna dalla trasferta in Germania con un punto. L’1-1 è un risultato che può soddisfare la truppa di Allegri, visto che i bianconeri sono rimasti in 10 per 40 minuti a causa dell’espulsione diretta di Hernanes. Con 5 punti di vantaggio sul Siviglia, alla Juventus basterà un pari col City e una sconfitta con non più di due reti di scarto contro gli spagnoli per accedere agli ottavi di finale. Vediamo i 3 promossi e bocciati di Borussia Monchengladbach-Juve.

TOP BORUSSIA MONCHENGLADBACH-JUVE

BUFFON – A quasi 38 anni compie ancora interventi decisivi come quello su Stindl da pochi passi ed è bravissimo con un guizzo a mandare il tiro a giro di Thorgan Hazard sulla traversa. Incolpevole sulla rete di Johnson.

LICHTSTEINER – Torna in campo ad un mese di distanza dal problema cardiaco che lo aveva colpito contro il Frosinone e sfodera una grande prestazione realizzando la rete del pareggio. In queste settimane il laterale svizzero era mancato parecchio. Importante recupero per la Juventus.

Lichtsteiner

Lichtsteiner torna dopo un mese e realizza la rete del pari contro il Gladbach.

JOHNSON – Realizza la rete della speranza per i tedeschi. Il migliore del Borussia, disputa una grande gara fatta di tanta corsa, conclusioni da fuori e innumerevoli inserimenti.

FLOP BORUSSIA MONCHENGLADBACH-JUVE

CHIELLINI – Commette un errore grossolano che poteva costar caro alla Juventus: svirgola un facile rinvio, dando il là alla rete del vantaggio del Borussia Monchengladbach.

HERNANES – Ennesima prestazione di basso livello per il trequartista brasiliano: tocca pochi palloni e quelli che ha a disposizione li sciupa malamente. Espulso per un brutto fallo su Dominguez.

WENDT – Gioca come i suoi compagni di squadra una buonissima partita. Corre tantissimo lungo la fascia sinistra, dispensando per gli attaccanti numerosi cross. L’unico errore che compie però è fatale: si perde completamente l’inserimento di Lichtsteiner per il pareggio della Juventus che costa al Borussia l’eliminazione con due giornate di anticipo dalla Champions League.

Mattia Prina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *